Europee, Toti (Fi): ‘Vorrei Berlusconi capolista ovunque’

Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, intervistato a “Un Giorno da Pecora” su Radio2, parla anche del possibile matrimonio del Cavaliere: saranno vere le voci che danno Silvio e Francesca sposi a giugno?

E’ vero che Silvio e Francesca Pascale si sposeranno a breve? "Non lo so, l’ho letto sui giornali, ma so che loro sono una bella coppia". Da ‘consigliere’, lei gli suggerirebbe di sposarsi? "Sì". Il matrimonio, per uno come lui, e’ anche una scelta politica? "Francesca c’e’ già nella sua vita, era in prima fila ai comizi in Sardegna". Come li vede insieme? "Stanno bene, fanno una bella coppia e si vogliono bene". Chi e’ piu’ legato all’altro? "Il rapporto e’ sfaccettato: da una parte c’e’ Francesca che ha un grandissimo affetto per lui, dall’altra c’e’ Berlusconi che, oltre all’effetto, nel tempo ha maturato anche una grande stima per lei". Secondo lei Berlusconi controlla il cellulare a Francesca? "No, non credo proprio. E lui non ce l’ha nemmeno il cellulare". Silvio Berlusconi non ha il cellulare? "No, pero’ usa moltissimo l’ipad", ha spiegato Toti.

Toti spera che Berlusconi “si possa candidare alle europee, io glielo ho consigliato". Al momento, tuttavia, il Cavaliere non potrebbe candidarsi. "Presenteremo la candidatura e poi vedremo". Quindi non sara’ lei il capolista di Forza Italia? "Vorrei tanto non esserlo, se ci fosse Berlusconi a fare il capolista. Se potra’ Berlusconi, Berlusconi sara’ il capolista dovunque. Lui e’ il leader nazionale del partito ed e’ giusto che si candidi da tutte le parti". E gli altri? "Gli altri in Forza Italia per esser capolista devono avere una loro coerenza territoriale".

"Non credo che Berlusconi abbia alcuna intenzione di vendere il Milan, io non gliene ho mai sentito parlare, non mi risulta proprio". Perche’, allora, il Presidente sembra aver smesso di investire economicamente sul Milan? "Berlusconi e’ molto affezionato al Milan, lui sta facendo una politica oculata perche’ in un momento di crisi buttare soldi nei giocatori non sarebbe poco in sintonia con gli umori generali", aggiunge Toti. "Se tifo per i rossoneri? Per simpatia verso Berlusconi tifo Milan, ma lui sa che di calcio non ci capisco niente”.

"Gli consiglio sempre di parlare piu’ di economia ed occupazione e non di giustizia, anche se lui mi ascolta poco…". Quanto guadagna come consigliere? "Come consigliere politico non prendo soldi, consiglio gratis diciamo". Che consiglio darebbe ad uno come Bondi, che e’ un po’ sparito dalle scene? "Gli consiglierei di tornare a farsi vedere di piu’, si vede poco attualmente, probabilmente per una sua scelta, per un suo momento di riflessione. Ma Sandro ha un tono rassicurante, in televisione andrebbe bene". E a Verdini, che, secondo alcuni, le avrebbe dato del ‘babbeo’? "Non credo lo abbia mai fatto e poi quel termine e’ una cosa da rammollito, da mammoletta, non e’ da lui".

Parlando della parita’ di genere nelle liste elettorali: "A me sembra un’assurdita’, in un collegio ci puo’ essere una donna bravissima che merita di esser capolista, in un altro due uomini: perche’ dobbiamo stabilirlo prima? Io sarei perche’ ci fossero piu’ donne o piu’ uomini a secondo del merito".

Comments