Europee, il Pd vince anche tra gli italiani all’estero

Eugenio Marino, Responsabile italiani nel mondo del PD, dopo l’assestamento dello scrutinio all’estero, commenta il risultato elettorale ottenuto fra i connazionali residenti in Europa: "Anche tra gli italiani in Europa il Partito Democratico stravince e stacca il M5S di 20 punti percentuali, aumentando in termini assoluti i suoi voti rispetto al 2009, nonostante il leggero calo dei votanti".

"Il Partito Democratico – continua Marino – si conferma saldamente il primo partito anche tra gli italiani d’Europa con il 38,66% e l’unico partito del centrosinistra che aumenta i propri consensi, vincendo in tutti i principali paesi a forte presenza di cittadini italiani. E’ un dato – secondo Marino – che conferma la volonta’ europeista dei nostri connazionali fuori dall’Italia e che ribadisce, pero’, la necessita’ di una Europa politica unita, solidale e che guardi a una cittadinanza europea piena e compiuta”.

“I nostri connazionali nell’UE hanno bocciato severamente i partiti italiani antieuropeisti e antieuro e hanno premiato chi, con coerenza e onesta’, ha sostenuto la bonta’ dell’euro e la necessita’ di una nuova e diversa Europa, piu’ politica e sociale, come il PD. Questo risultato – conclude il coordinatore Pd – conferma anche all’estero il consolidamento di un lavoro del PD radicato nei territori, nella societa’ e in un contesto italiano ed europeo non settoriale e chiarisce il velleitarismo di progetti legati esclusivamente alle politiche degli italiani all’estero e slegati dal contesto generale italiano ed europeo".

NESSUN COMMENTO

Comments