Europee, Grillo: se vinciamo chiediamo elezioni anticipate

"Qui siamo nel cuore della peste rossa. Siamo nel cuore del voto di scambio. La mafia del capitalismo è qui, non in Sicilia. Il Mps è in tutte le situazioni, in tutti gli appalti". Lo dice Beppe Grillo conversando con i giornalisti a Siena dove si trova per partecipare all’assemblea della Banca Mps.

Beppe Grillo arriva all’assemblea di Mps e ‘irrompe’ negli uffici. Il comico e’ entrato nella sede di viale Mazzini accerchiato da giornalisti e operatori. Arrivato al desk degli accrediti, pero’, non aveva un documento. Nell’attesa, sempre seguito dai cronisti, ha girato nella sede entrando in alcuni uffici. ”Facciamo un po’ di casino, cosi’ facciamo un po’ di trasparenza”, ha detto scusandosi per l”irruzione’.

Il leader del Movimento 5 Stelle non ha perso occasione per fare un po’ di campagna elettorale. Ha attaccato Renzi, “un vuoto, un enunciatore, va in bicicletta, gioca a pallone". "Le auto blu e gli F35 sono un presa per il culo, le tasse stanno aumentando. Sono balle, non ci si puo’ fidare di uno che ha detto mai premier senza elezioni e non pugnalero’ mai alle spalle Letta. Uno cosi’ si deve mandare a casa". "Se un politico racconta balle deve essere mandato a casa a calci in culo”.

Berlusconi? "E’ l’oltretomba e voi siete dei medium". "Finita quest’epoca, e’ finita l’epoca dei partiti. Vanno tutti mandati a casa e sanno che noi vinceremo le elezioni. Confermo il nostro primo punto del programma elettorale: manderemo tutti a casa!”. Berlusconi, ha detto tra l’altro Grillo, e’ "il nanetto che i fa piaceri all’ebetino", cioe’ al premier Matteo Renzi.

Grillo ha anche annunciato: “Toglieremo l’albo dei giornalisti e elimineremo i rimborsi agli editori". "La prima cosa che faremo sara’ togliere i rimborsi elettorali e agli editori, elimineremo l’ordine dei giornalisti. Ci sara’ una riforma dell’informazione".

"L’Italicum, anzi il Pregiudicatellum, si ritorcera’ come un boomerang contro di loro. Al ballottaggio ci andremo noi e il Pd con la probalita’ di vincere noi, e per questo non lo faranno mai”.

”Questa e’ la vera dittatura: un Parlamento di non eletti, un presidente del Consiglio non eletto con Napolitano che gestisce la roba che arriva dalla Troika, sono figli di Troika". "Gli ottanta euro di Renzi sono mero cinismo. Fanno finta di darti dei soldi e poi te li tolgono da un’altra parte: hanno tolto l’assegno del coniuge a carico, ma non l’hanno scritto".

"Una volta che andiamo" in Europa, "se non accetteranno i nostri punti faremo un referendum per uscire dall’euro. Raccoglieremo milioni di firme per uscire dall’euro. Lo faremo". Grillo aggiunge: se il Movimento 5 Stelle sara’ il primo partito alle prossime Europee "chiederemo le elezioni anticipate e i numeri li avremo".

NESSUN COMMENTO

Comments