Europee, Di Biagio (Pi) agli italiani nel mondo: votate!

“Gli anni passati hanno sempre più allontanato l’opinione pubblica dalla politica, molte sono le responsabilità, alcune da attribuire alla politica stessa, altre alla congiuntura economica. Lo scoramento dell’opinione pubblica ha portato ad un sostanziale moto di rifiuto e di protesta, che – pur comprensibile – si sta trasformando in un populismo disgregante e controproducente che non offre soluzioni, ma che sfocia in una deriva auto-distruttrice che abbiamo il dovere di arginare. Per questo rivolgo a Voi il mio umile appello al voto, alla partecipazione e al pragmatismo”. Lo ha evidenziato Aldo Di Biagio, senatori PI eletto all’estero in una nota in cui invita i connazionali eletti all’estero a votare alle prossime consultazioni europee.

“Dimostriamo, – continua la nota – in questa fase certamente difficile per il nostro Paese, di avere il coraggio di una lucida razionalità. Il grave malato oggi è consapevole della sua malattia, è curato e gli anticorpi stanno facendo la loro parte, non si può certo pensare di eliminarlo credendo – in questo modo – di risolvere il problema. Oggi all’irrazionale è necessario rispondere con la ragione, per questo Vi invito ad andare a votare per favorire un rinnovamento della società che è già in corso, ma che merita di essere rafforzato. Con la nostra partecipazione dobbiamo dare un voto a quelle rappresentanze politiche che si battono per un’Europa più giusta e più equa – continua –  con la convinzione  che questo grande sogno è ancora attuale, sebbene in evoluzione”.

“Io personalmente sosterrò una lista italiana – sottolinea Di Biagio – che è parte del popolarismo europeo e che svolge un ruolo importante di sostegno a questo Governo, governo di salute nazionale guidato dal Presidente Renzi,  con l’ambizione di ricostruire quell’assente ruolo di un centrodestra riformatore popolare europeo. Questo vuole NCD-UDC, questa è la nostra ambizione”.

“E possiamo dare forma a questa importante partecipazione democratica recandoci presso i seggi dei nostri uffici consolari in ogni parte d’Europa veicolando in questo modo una testimonianza di volontà e di rinnovamento di cui il paese ha un’urgente bisogno”. Di Biagio conclude: “Io voglio crederci,  abbiamo bisogno di quel pragmatismo che gli Italiani all’estero hanno sempre dimostrato”.

NESSUN COMMENTO

Comments