Euro 2016, Conte costretto a cambiare modulo?

Il problema fisico di De Rossi davvero non ci voleva, perché il cartellino giallo rimediato da Thiago Motta allo Stade de France priva il c.t. Conte dell’alternativa naturale al romanista. Se Daniele non dovesse farcela, chi costruirà il gioco e inizierà le azioni contro la Germania?

Al momento, il ventaglio delle ipotesi è ampio.

Opzione 1: non si devia dal consolidato 3-5-2, gioca Sturaro e si rinuncia a qualcosa in regia, guadagnando in copertura.

Opzione 2: si cambia modulo. Più che per il 4-4-2, ci sarebbero gli uomini per il 3-4-3 (e a quel punto il partito di Insigne riprenderebbe slancio). Ma attenzione: con quel sistema di gioco, la Nazionale a Monaco ne prese 4.

È vero, i due interni in Baviera erano Thiago Motta e Montolivo, mentre ora ci sono Giaccherini e Parolo in gran forma… ma il bolognese e il laziale sembrano più adatti a muoversi tra il regista e gli esterni, invece che da coppia mediana pura.

Insomma, Conte deve trovare il vestito giusto alla sua Italia B, intesa come “piano B”. Sperando che non ce ne sia bisogno e che De Rossi esca presto dalla lista dei giocatori in dubbio per i quarti.

NESSUN COMMENTO

Comments