Elicottero della Marina italiana finisce in mare, morto lo specialista Andrea Fazio

Una esercitazione nel Mediterraneo finita in tragedia. Unanime il cordoglio delle istituzioni. Ora si indaga per scoprire le possibili cause dell’incidente

Durante una esercitazione nel Mediterraneo occidentale, la scorsa notte un elicottero della Marina militare è precipitato, cadendo in mare. Non c’è stato nulla da fare per lo specialista Andrea Fazio, mentre i due piloti e i due fucilieri imbarcati sull’elicottero della Marina militare sono riusciti a salvarsi.

L’elicottero e’ stato assicurato con dei galleggianti, ma all’alba, anche a causa delle cattive condizioni meteo, si e’ inabissato.

Chiara la dinamica dell’incidente, meno chiare al momento sono le cause che lo hanno provocato. Le indagini sono in corso. Sono comunque due le ipotesi, guasto tecnico o errore umano.

Il premier Paolo Gentiloni ha telefonato al ministro della Difesa per esprimere il suo cordoglio per la morte del sottufficiale, alla cui famiglia si e’ rivolta la stessa Roberta Pinotti per esprimere il suo “sentimento di vicinanza e quello di tutto il personale della Difesa”.

“Esprimo il cordoglio mio personale e di tutta la Camera dei deputati ai familiari del sottoufficiale Andrea Fazio, che ha perso la vita in seguito all’incidente che ha coinvolto un elicottero della Marina Militare nel Mediterraneo”, dichiara in una nota il presidente della Camera Roberto Fico, che conclude: “La mia vicinanza a loro, così come al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare e un augurio di pronta guarigione agli altri militari rimasti feriti nell’incidente”.