Egitto, predicatore salafita: Possiamo fare a meno denaro Usa

Continua il braccio di ferro diplomatico fra Egitto e Stati Uniti. Di fronte alla minaccia degli Usa di tagliare gli aiuti militari e finanziari al paese l’influente predicatore salafita Mohamed Hassan ha esortato la popolazione locale a sopperire il contributo di 1,3 miliardi di dollari annuali degli Usa con donazioni. I rapporti fra il Cairo e Washington sono diventati sempre piu’ tesi dopo che in Egitto si e’ aperto un processo a carico di 43 lavoratori di organizzazioni non governative, fra cui 19 cittadini americani. I dipendenti delle Ong sono stati accusati di aver violato le leggi e di aver preso fondi illeciti. In un’intervista all’emittente El-Nahar Hassan ha presentato la sua iniziativa in risposta "all’umiliazione" ricevuta dall’Egitto. "Se l’America vuole tagliare gli aiuti militari, molto bene, l’Egitto non sara’ inferiore all’Iran, che e’ autosufficiente quando si tratta di produrre la propria attrezzatura militare". Hassan, che ha seguaci in tutto l’Egitto, ha detto che per quanto lo riguarda sara’ in grado di raccogliere attraverso le donazioni circa un milione di dollari.

NESSUN COMMENTO

Comments