Ecco gli acronimi del sexting: il significato e la traduzione

Sempre più spesso stando al pc, nella chat, nei blog, nei vari forum online, leggiamo acronimi del tipo “lol”, “paw”, “jk”, “xxx”… Ma che cosa significano in realtà? Sono “espressioni” usate per lo più dai giovani, che ormai hanno creato un nuovo modo di comunicare nel mondo virtuale. Sono acronimi che hanno tutti un significato ben preciso, e che permettono di comunicare emozioni o concetti in pochissime lettere. Una specie di “codice” che non tutti riescono a comprendere.

Se non sapete cosa vogliono dire LOL, fotpar, asl e dintorni, forse è il caso che leggiate qui sotto alcuni degli esempi che vi proponiamo. Non si sa mai, potrebbero esservi utili in futuro.

Questo tipo di acronimi vengono usati spesso nel sexting, unione delle parole "sex" e "texting" che indicano i messaggi con chiare allusioni sessuali: fare sesso al telefono non va più di moda. Oggi con i nuovi smartphone si spediscono foto (spesso molto sexy) in tempo reale, accompagnate da commenti hot… E’ il terzo millennio, baby.

Ecco qui di seguito alcune espressioni che dovreste imparare a conoscere se volete davvero essere “cool”:

lol: acronimo dell’espressione inglese "Laughing out loud" o "Lots of laughs", in italiano "Sto ridendo sonoramente". Col tempo si è diffuso fino ad indicare quasi ogni sorta di risata, anche più attenuate rispetto al significato letterale.

Traduzione: pensavate vi scrivesse “lot of love”. Come Cameron con Rebekah. E invece la bella in questione se la ride di gusto sul vostro conto. Altro che amori e calessi: vi prende in giro. Suvvia, non sempre. Magari non ride, sorride. Se capite che sorride, è fatta: dolcezza, gentilezza e tenerezza sono armi vincenti con il gentil sesso. Smettetela con l’aria da burbero, che non deve chiedere mai. Take it easy

nm: acronimo dell’espressione inglese "Not much" o "Never mind", "Non molto, non importa".
nw: acronimo dell’espressione inglese "No worries", "Non preoccuparti".

Traduzione: preoccupatevi. E molto. Se lei vi scrive non importa, significa esattamente l’opposto. Le importa, eccome. Ed è anche molto, molto risentita. Dimenticatevi cena e dopocena galante, quello è già saltato. Rimediate portandole rose e sushi sotto casa e appostatevi in un angolo ad aspettare che esca. Se sorride, vi ha perdonato. Ma la prossima volta rispondete al suo messaggio. Ricordate: una donna non ama avere l’ultima parola in fatto di virtualità. L’uomo deve sempre rispondere ai suoi sms, o lei si sentirà trascurata. E sarà la fine dell’inizio di ripicche sterili. A meno che non siate masochisti

j/k o jk: acronimo dell’espressione inglese "Just kidding", "Sto scherzando"/"Non prendermi sul serio".

Traduzione: Scherzando scherzando si dice la verità. Diffidate da chi vi dice di non scrivere cose serie via sms. Il più delle volte mente. O se davvero non scrive cose serie è una che non ha altro di meglio da fare se non giocare con voi. Sexting è ok, ma se l’sms migliore del mondo è una citazione molto celata dalla scena finale del film “Eyes wide shut”, fuggite in Lapponia. La tipa vorrà pure “s-c-o-p-a-r-e” come la Kidman, ma se non usate la malizia manco in un sms, figuratevi cosa pensa. Che siete una sola anche di presenza. Just relax, non siate sempre precisini

asl?: acronimo dell’espressione inglese "Age, sex, location?", "Qual è la tua età, qual è il tuo sesso, dove ti trovi?".

Traduzione: No, non vi sta chiedendo dritte sulla collocazione della azienda sanitaria vicina. Se lo ricevete, ritenetevi molto fortunati. La tipa vuole andare al sodo. Il nome non conta, one-night-stand e poi ognuno per la propria strada. Se proprio non ve la sentite di mettere in gioco i sentimenti, che aspettate? Aggiungete pure le vostre misure “intime” e il gioco è fatto.

paw: sempre in maiuscolo, acronimo dell’espressione inglese "Parents are watching". Significa in italiano "Stai attento a cosa scrivi perché i miei genitori stanno guardando lo schermo". Praticamente è utilizzato solo in sessioni di Chat o Instant messenger.

Traduzione: se non volete che suo padre spunti con la lupara, evitate il sexting spiegato sopra quando lei vi fornisce segnali espliciti di occhi e orecchie indiscrete. Per il resto siate fantasiosi: quando papà non c’è dare sfogo alle fantasie sessuali via sms prepara il campo. Magari nemmeno ci sta, ma la vostra (s)porca figura da Uomo l’avrete fatta. E nei suoi (s)porchi pensieri ci sarete: una parola spesso vale molto.

xxx: leggendolo in inglese "Ecsecsecs", simile a "SexSexSex", riferito a "Materiale di genere pornografico", esiste comunque una variante all’interpretazione "sessuale" di questo termine. Con esso si possono intendere anche genericamente "Baci", dove in questo caso la fonetica deve ricordare il suono "Kisskisskiss". Sovente le persone di cultura anglosassone utilizzano in questa accezione le tre o più "x", non bisogna quindi "fraintendere" questo loro uso.

Traduzione:  vita è breve ed è bene che valutiate se preferite un rimpianto o un rimorso. Se avete scelto il carpe diem, vivetevela appieno. Sbilanciatevi pure e domani si vedrà. Che i suoi XXX siano voglia di baci o di sexsexsex lo capirete al primo appuntamento: se vi guarda negli occhi e annusa il vostro profumo è fatta. Per una notte di sesso e poi l’oblio, evitate piogge inutili di messaggi e chiedeteglielo esplicitamente: magari non aspetta altro, magari vi molla uno schiaffone. Ma magari non vuole complicazioni e acconsente. Risparmierete credito, energie, parole inutili. Quelle riservatele a una per cui valga davvero la pena di aspettare per fare l’amore.

NESSUN COMMENTO

Comments