Droga, Se la coca ti spacca il cuore e non te ne accorgi

La cocaina fa male, anzi malissimo. E su ItaliaChiamaItalia non ci stancheremo mai di dirlo. Siamo molto vicini al mondo giovanile, e purtroppo proprio i giovani spesso cadono in tentazione ed entrano così nel tunnel della droga. E la droga uccide.

La coca – la "bamba", come viene chiamata a Milano, o il "cocco", la "neve", come la si chiama a Roma – è una delle droghe più pericolose: farne uso vuol dire arrecare al proprio cuore danni irreversibili. Anche se non sempre la persona che la utilizza se ne rende conto.

Un recente studio, tutto italiano, pubblicato sulla rivista medica “Heart”, dimostra come il muscolo cardiaco di chi sniffa questa particolare sostanza si riduca in condizioni pessime, anche se a livello fisico non vi siano dei sintomi palesi a dimostrarlo. La ricerca è stata condotta da Giovanni Donato Aquaro e Michele Emdin delle Unità di Risonanza Magnetica e di Medicina Cardiovascolare della Fondazione Monasterio-CNR di Pisa, in collaborazione con i Sert della Regione Toscana ed ha coinvolto un campione di 40 consumatori cronici di cocaina (la cui assunzione abituale era basata sull’inalazione, n.d.r.), i quali sono stati sottoposti ad analisi del sangue relative ai biomarcatori relativi al danno miocardico, ad elettrocardiogramma su 24h e test da sforzo uniti a risonanza magnetica. Nessuno dei pazienti mostrava sintomi conducibili a problemi cardiaci, ma la risonanza ha evidenziato la presenza di danni al cuore nell’83 % dei casi: il 50% delle persone presentava tracce di edema cardiaco mentre il 73% segni di fibrosi cardiaca. In parole povere, tutti presentavano dei danni acuti o cronici riconducibili alla presenza, magari passata, di un infarto o una sua futura manifestazione. Praticamente, il cuore aveva subito gravi danni o ne avrebbe subiti in futuro. Chi poi insieme alla cocaina consumava grandi quantità di alcol, stava ancora peggio a livello di cuore: assai frequenti, in questi casi, le lesioni cardiache.

La cocaina è una droga che ormai è presente in ogni fascia sociale, non è più – da tempo – una droga per soli ricchi. Tenetevi lontani da certe schifezze, e godetevi la vita in maniera sana. Non fate cazzate, ragazzi.

NESSUN COMMENTO

Comments