DISASTRO VENEZUELA | 5mila venezuelani lasciano il Paese ogni giorno, in 4 milioni verso la Colombia

Secondo dati Onu 1,9 milioni di venezuelani vivono all'estero dal 2015 e il numero di coloro che hanno inoltrato domanda di asilo nel mondo e' cresciuto del 2 mila per cento dal 2014

Sempre più grave la crisi sociale, economica e politica in Venezuela, a causa delle folli politiche del dittatore Nicolas Maduro. L’Organizzazione delle Nazioni Unite avverte: circa 5 mila venezuelani lasciano il loro paese ogni giorno. Si tratta del “maggior movimento di popolazione nella storia recente dell’America Latina”.

Secondo dati Onu 1,9 milioni di venezuelani vivono all’estero dal 2015 e il numero di coloro che hanno inoltrato domanda di asilo nel mondo e’ cresciuto del 2 mila per cento dal 2014. Per fare fronte alla crisi l’Onu ha chiesto ai donatori internazionali 46 milioni di dollari per il solo 2018.

La crisi in Venezuela e’ stata tra i temi al centro dell’ultima Assemblea generale delle Nazioni Unite. Lo scorso 26 settembre, a margine dell’assemblea, cinque paesi dell’America latina piu’ il Canada hanno firmato una petizione con cui denunciano il governo venezuelano alla Corte penale internazionale (Cpi) per crimini contro l’umanita’. E’ un caso inedito nei sedici anni di vita dell’organismo di giustizia.

Secondo Carlos Holmes Trujillo Garcìa, ministro degli Esteri colombiano, circa 4 milioni di venezuelani potrebbero arrivare in Colombia se la situazione a Caracas dovesse continuare a peggiorare. Tale scenario, ha dichiarato il ministro, potrebbe costare a Bogota’ 26,6 miliardi di dollari di pesos (circa 8,6 milioni di dollari).

Parlando lunedi’ in conferenza stampa Holmes Trujillo ha dichiarato che il governo presentera’ nei “prossimi giorni” un disegno di legge sull’immigrazione per disciplinare l’esodo dei venezuelani in fuga dalla crisi nel loro paese.

“Stiamo ultimando l’elaborazione dei termini del disegno di legge, mancano alcune consultazioni aggiuntive con altre entita’, ma nei prossimi giorni il disegno di legge verra’ esaminato dal Congresso e cambiera’ completamente il modo con cui finora si e’ guardato al tema migratorio in Colombia”, ha detto il ministro. Le norme attuali,, ha aggiunto, si basano sull’assunto che la Colombia e’ un paese di emigrazione, ma “le circostanza attuali” dimostrato che e’ anche un paese di immigrazione. Con questa nuova normativa, il governo “punta a creare un quadro legale per fare fronte a questa nuova realtà”, ha dichiarato il capo della diplomazia venezuelana, senza tuttavia fornire maggiori dettagli in merito al disegno di legge.