Detenuto 50enne muore nel carcere di Ancona, Fli: ‘Colpa della politica’

Eugenio Riccio, detenuto 50enne della sezione di alta sicurezza del carcere di Montacuto di Ancona, è morto la scorsa notte in cella a causa di un malore. L’uomo era in sciopero della fame da 11 giorni, una protesta legata secondo quanto si apprende a ragioni personali: una richiesta di trasferimento ad altro carcere, o comunque motivi di giustizia. ‘

Franca Romagnoli, consigliere regionale di Fli nelle Marche, e avvocato, commenta: "Dovremmo incatenarci davanti agli ingressi delle carceri, per denunciare che li’ dentro ci sono il triplo di detenuti di quelli che ce ne dovrebbero essere: sei, sette brande, in una manciata di metri quadrati". "Tutta la politica deve sentirsi responsabile delle condizioni disumane e di sovraffollamento in cui versano le nostre carceri, anche nelle Marche. Condizioni che possono essere causa di malanni, di scioperi della fame e di decessi. Da cattolica, mi sento doppiamente coinvolta e in colpa".

NESSUN COMMENTO

Comments