Detenuti italiani all’estero, Ungaro (Pd): bene impegno Farnesina

Deputato dem: “Apprendo con favore che il nuovo Governo continua l’impegno. Bene anche per i molti accordi bilaterali sottoscritti sulla materia”

“Il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, per tramite del Sottosegretario Ricardo Merlo, ha risposto alla mia interrogazione sulla tutela delle condizioni di carcerazione dei detenuti italiani all’estero. Una questione tenuta all’attenzione dei media anche grazie al lavoro dell’Associazione prigionieri del silenzio”. Lo afferma Massimo Ungaro, deputato del Partito PD eletto nella circoscrizione Europa.

“Apprendo con favore che il nuovo Governo, almeno su questo tema, continua l’impegno dei precedenti esecutivi. Bene anche per i molti accordi bilaterali sottoscritti sulla materia”.

“Non mancherà l’impegno mio e di tutto il Partito Democratico – assicura Ungaro – sulla mia proposta di rafforzare l’attività di sostegno alla rete diplomatico-consolare ogni qualvolta si presenti una situazione problematica rispetto a detenuti italiani fuori dai nostri confini e inclusa la proposta che ho fatto di istituire ufficiali di collegamento interministeriali”.