Delrio (Pd), “Lega e M5S tengono in ostaggio l’Italia da 90 giorni”

“La Lega è un partito neofascista, Di Maio e Salvini hanno combinato una serie incredibile di disastri. Pentimento per mancato confronto con M5S, ma bisogna essere seri”

Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera, ministro delle infrastrutture e dei trasporti uscente, ha parlato dell’attuale situazione politica: “C’è un continuo cambio di prospettive, sono più di 90 giorni che Lega e M5S tengono in ostaggio il Paese. Non dicono la verità, i loro elettori non li hanno scelti per fare un Governo insieme, stanno costruendo una serie di bugie e hanno fatto già dei danni enormi all’economia italiana e all’immagine del Paese. Stiamo perdendo tempo, l’appello che bisogna fare a questi due partiti è che quello di sbrigarsi, non possiamo continuare ad attendere che una mattina Salvini si svegli dalla parte giusta. Bisogna essere seri”.

Sull’ipotesi di un Governo gialloverde: “Di Maio – spiega Delrio a Radio Cusano Campus – dovrebbe aprire gli occhi. Il disegno di Salvini è preciso, vuole portare l’Italia fuori dall’Europa e dall’Euro e sta giocando come il gatto col topo. Di Maio dichiara che le sue prospettive non sono queste, quindi non può stare con la Lega. Quello di Salvini è un partito neofascista, lavora e cena con i neofascisti europei. Sono stupito dai Cinque Stelle, hanno detto che non avrebbero mai fatto un’alleanza con Salvini e ora non capiscono che così rischiano di portare il nostro Paese e le nostre imprese in una situazione di grave debolezza. Hanno già combinato una serie di disastri, i cinque stelle per l’ansia di andare al potere non capiscono che questo disegno può distruggere qualsiasi prospettiva di cambiamento positivo. Di fatto Salvini sta guidando la danza a suo piacimento, tiene in ostaggio le istituzioni e il Paese e Di Maio va a rimorchio. E’ paradossale. Salvini ha preso meno voti del Pd, perché dobbiamo ogni giorno attendere le sue dirette Facebook?”.