Dal peperoncino allo zafferano, più spezie in cucina

Nella cucina di ogni giorno dovremmo imparare ad usarle di più. Le spezie, dal peperoncino allo zafferano, dal cumino al sesamo, aiutano ad usare meno il sale (che trattiene i liquidi e quindi porta ad ingrassare le persone) e regalano sapori nuovi.

Ma a parte aiutare ad evitare la ritenzione idrica, le spezie hanno anche molte altre proprietà che possono favorire il nostro benessere: disintossicanti e depurative, sono un tonico naturale per il nostro corpo e il nostro intestino. Inoltre, aiutano a combattere l’invecchiamento della pelle. Che non è poco.

Qui di seguito un elenco di alcune spezie, alcune più conosciute ed usate, altre meno, con le loro rispettive proprietà.
Peperoncino: digestivo, aiuta a tenere d’occhio il colesterolo, rinforza il sitema immunitario e ha garndi proprietà antiossidanti; inoltre è molto ricco di caroteni e vitamina C. Attenzione però per chi ha l’intestino facilmente irritabile.

Cannella: tonico naturale, aiuta il sitema immunitario, quello circolatorio e l’apparato digestivo.
Menta: ideale come tisana dopopasto per favorire la digestione; aiuta anche contro i gonfiori addominali e protegge l’intestino.
Zafferano: ha un altissimo contenuto di carotenoidi e una buona percentuale di vitamine B1 e B2 che aiutano a trasformare il cibo in energia.
Pepe: favorisce la digestione perchè stimola la produzione di succhi gastrici; inoltre ha capacità di diminuire i gonfiori e ha proprietà diuretiche. Anche in questo caso attenzione per chi ha l’intestino irritabile.
Cumino: aiuta a metabolizzare i pasti a base di carboidrati, evitando gonfiori addominali.
Sesamo: anche il sesamo favorisce la digestione dei carboidrati; ricco in vitamina E svolge un’azione anti invecchiamento della pelle.
Curcuma: potentissimo contro i radicali liberi, ha un’ottima azione antiage.

NESSUN COMMENTO

Comments