Dal governo Monti solo tasse – di Antonio Gabriele Fucilone

Con la decisione di comprare 400 nuove auto blu (con un costo di 10 milioni di Euro) abbiamo capito che il governo Monti non vuole portare avanti un serio piano di riforme che abbatta i costi della politica, ma sta facendo l’esatto contrario. Il governo avrebbe potuto tagliare (con delle riforme serie, a cominciare dal federalismo, ed introducendo la sussidiarietà) le spese della politica ed abbassare le tasse. Invece, ha fatto il contrario. Ha introdotto l’IMU (Imposta Municipale Unica) che sta strozzando famiglie ed imprese. Ha aumentato le accise sulla benzina. Ha aumentato altre tasse. Ha aumentato le politiche di assistenzialismo in cui si danno soldi pubblici a realtà che li spendono in progetti inutili. Intanto, le famiglie soffrono, i giovani non trovano lavoro, le imprese falliscono e gli imprenditori si suicidano, come si suicidano i giovani che non trovano lavoro.

Di sicuro, questo governo non sta salvando il nostro Paese. Anzi, al di là delle parole, esso non conta nulla in Europa e all’estero. La vicenda dei due marò che sono prigionieri in India lo dimostra. Questa vicenda è stata gestita con molte pecche. Questo governo avrebbe potuto fare sì che questa Unione Europea  fosse meno germanocentrica. Invece, si è letteralmente prostrato di fronte alla Germania e alle sue richieste. Questa Unione Europea, ad esempio, sta penalizzando gli allevatori del nord, con le "Quote Latte", e gli agricoltori del sud, come i coltivatori di agrumi in Sicilia. Il governo potrebbe fare qualcosa ma non lo fa.

La crescita può essere implementata solo con delle riforme serie e con delle politiche finalizzate a fare opere pubbliche importanti. Non mi sembra che il governo faccia ciò. Per questo, giudico negativo l’operato del governo.

NESSUN COMMENTO

Comments