Cucina italiana, lo ‘Streeat food truck festival’ parte da Roma

Dopo il successo delle due edizioni milanesi che hanno visto la partecipazione di quasi 50 mila persone, lo "Streeat food truck festival" – l’unico festival italiano interamente dedicato al cibo di qualita’ su ruote e a ingresso gratuito – diventa itinerante e, da domani 27 marzo fino a domenica 29 marzo, fara’ tappa a Roma (Citta’ dell’altra economia). Il primo festival italiano tutto dedicato "al cibo di strada", coinvolgera’ la capitale in una tre giorni dove il cibo sara’ il protagonista assoluto: non solo grazie ai piaceri del palato, ma anche ad una serie di eventi collaterali come musica, intrattenimento e gli immancabili showcooking. In programma tre spettacoli culinari in collaborazione con Zomato, il portale internazionale dedicato al cibo e a tutti i suoi amanti: venerdi’ 27 marzo alle 19 la blogger Roby Sushi (Roberta Castrichella) cucinera’ ricette semplici e veloci come le "Tajatelle di calamaro e broccoletti ajo, ojo e peperoncino".

Sabato 28 marzo alle 12 tocchera’ a !Cheese Loves Peppers!, il cui nome arriva dall’amore della coppia, Claudia&Alessandro per l’intramontabile pasta cacio&pepe, che durante lo showcooking prepareranno un rotolo di pane carasau con puntarelle, crema di pecorino romano e limone; alle 19 invece sara’ la volta di "Streatit", un incontro per presentare www.streatit.com, la guida allo street food di Roma. Infine, domenica 29 marzo alle 19, quelli di Acqua e Farina (di Sississima) si dedicheranno a un piatto della tradizione romana perfettamente in linea con lo spirito street food, le pizzette con lo zucchero. I truck che prendono parte al festival sono piu’ di 30, tra cui alcuni proprio romani. Per tre giorni convivranno nello spazio aperto di Citta’ Altra Economia prelibatezze italiane e internazionali che spaziano dal dolce al salato.

Con ActionAid, partner dell’edizione 2015 dello "Streeat Foodtruck Festival", durante i tre giorni di Festival romano si parlera’ di "spreco e alimentazione" mentre i bambini potranno partecipare ai laboratori previsti dal kit didattico "Io mangio tutto: no al cibo nella spazzatura". In particolare, durante il pomeriggio di sabato 28 marzo, il grande "Gioco dell’oca" a dimensione umana guidera’ i piu’ piccoli alla scoperta dei cibi "giusti", ovvero alimenti di stagione, coltivati a filiera corta, in maniera sostenibile e biologica e nel rispetto dei diritti dei lavoratori. Attraverso questo strumento ActionAid intende sensibilizzare i bambini sul tema della corretta alimentazione e dello spreco alimentare nel mondo.

NESSUN COMMENTO

Comments