Crisi, Pd Idv e Fli: Berlusconi lasci Palazzo Chigi

L’Italia è in piena crisi, e l’opposizione cavalca l’onda: Silvio Berlusconi deve andare a casa per il bene del Paese. E’ questa la sintesi degli interventi di Pd, Idv e Fli che i vari esponenti politici propongono alle agenzie.

Rosy Bondi, presidente del Partito Democratico, insiste con la sua cantilena: serve un governo di responsabilità nazionale che possa fare uscire l’Italia dalla palude in cui sta per affondare. “Ogni giorno che passa la crisi si aggrava ed e’ evidente che non bastano a risalire la china i comunicati di Palazzo Chigi. Il Paese e l’Europa rischiano di precipitare verso un punto di non ritorno”. Per questo è più che mai necessaria, secondo Bindi, “una svolta politica, un passaggio di discontinuità con la fallimentare gestione del governo Berlusconi”. E per restituire fiducia nel futuro, ci vuole un “governo di responsabilità”.

Felice Belisario, presidente dei senatori Idv, sottolinea: “Berlusconi si faccia da parte, i cittadini glielo hanno chiesto in tutti i modi”. Quindi il premier lascia la poltrona di Palazzo Chigi e “la parola passi a Napolitano”. L’Italia dei Valori, chiarisce Belisario, vuole le elezioni subito: tuttavia, “capisce la gravità del momento e si dichiara disponibile ad una fase di transizione, senza preconcetti, ma breve e con due obiettivi: portare l’Italia fuori da questa impasse e varare una nuova legge elettorale”.

E’ il turno di Futuro e Libertà, che con Benedetto Della Vedova, capogruppo Fli a Montecitorio, lancia un avvertimento:  “Berlusconi faccia la prima mossa e lasci prima che sia tardi. E’ il tempo della responsabilità collettiva. Il Paese e non solo le forze politiche sapranno riconoscere la qualità di un tale gesto di responsabilità". Altrimenti, se il premier non vorrà abbandonare il suo posto, vorrà dire che si assume “la piena responsabilità di rifiutare una condivisione di responsabilità tra le forze politiche. E per questo verrà considerato".

A chi insiste nel chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio, replica Francesco Storace, leader de La Destra:  “Provano in tutti i modi a rovesciare Berlusconi. Ma e’ il popolo che deve decidere, non il palazzo”.

Intanto Silvio Berlusconi e’ atteso nel pomeriggio a Roma. Insieme a Letta e Tremonti, il premier sta seguendo l’evolversi dell’andamento dei mercati finanziari. L’intenzione del governo, ribadiscono fonti ministeriali, e’ quella di inserire alcune misure nella legge di stabilita’ in discussione al Senato.

NESSUN COMMENTO

Comments