Crisi, in Brasile il posto di lavoro si cerca su Facebook

In tempi di crisi internazionale, e con il tasso di disoccupazione alle stelle, il Brasile rappresenta sempre piu’ una concreta alternativa di lavoro anche per molti italiani. La novita’ e’ che, adesso, le offerte di impiego arrivano via Facebook.

Una pagina sul social network – ‘Empregos no Brasil para Estrangeiros’, creata da un imprenditore brasiliano con l’intento di divulgare le opportunita’ di carriera nel suo Paese e aiutare i candidati nelle procedure burocratiche – ha gia’ attratto 40mila interessati, per lo piu’ portoghesi e spagnoli, ma anche italiani.

Il servizio ogni giorno e’ visitato da una media di 500-600 persone, che sperano cosi’ di potersi rifare una vita nel gigante sudamericano, nel frattempo divenuto la sesta economia del pianeta.
L’idea e’ venuta al trentenne David Bernardo, che ora viaggia per l’Europa dando conferenze e insegnando ai potenziali nuovi emigranti come ottenere un visto di lavoro.

‘Nel nostro Paese vivere non e’ facile. Abbiamo seri problemi di infrastruttura e le condizioni di lavoro sono molto precarie’, ha detto ad ‘Agencia Estado’ l’ingegnere agronomo portoghese Joao Matado, di 29 annni, che sabato scorso ha partecipato a un incontro di orientamento organizzato a Lisbona. In Europa, ‘le opportunita’ non sono buone, a causa della crisi finanziaria, mentre il Brasile si trova in una buona fase’, gli fa eco Catarina Almeida, laureata in marketing.

Tra i membri della pagina Facebook anche vari italiani, alcuni dei quali suggeriscono ai connazionali di far contatto prima con possibili parenti che gia’ abitano in Brasile. Altri, invece, danno consigli sulle aree professionali piu’ ricercate.

Il Brasile, infatti, continua a crescere oltre la media europea, ma e’ ancora carente soprattutto di manodopera specializzata. Non e’ un caso che il governo brasiliano abbia annunciato proprio recentemente l’intenzione di facilitare la concessione di visti di lavoro per i professionisti piu’ qualificati, in particolare provenienti dall’Europa.

Secondo il Dipartimento stranieri del ministero della Giustizia, da gennaio a settembre 2011 Brasilia ha concesso 51mila autorizzazioni di lavoro a stranieri, il 32% in piu’ dello stesso periodo del 2010.

NESSUN COMMENTO

Comments