Crisi, Governo e parti sociali a Palazzo Chigi

E’ iniziato da poco, a Palazzo Chigi, l’incontro fra il governo e le parti sociali. E’ il secondo, nel giro di una settimana. Il presidente del Consiglio, presente alla riunione, ha aperto i lavori: "Sono intervenuti fatti, dopo l’incontro di giovedì scorso che costringono a riflettere insieme", avrebbe detto secondo fonti ministeriali, sottolineando che i temi dell’agenda "restano validi", e che per quanto riguarda l’inserimento nella Costituzione del pareggio di bilancio "ci stiamo già muovendo".

A Palazzo Chigi presente all’incontro anche il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, oltre al solito Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Ma al tavolo del governo ci sono anche il ministro del Lavoro Sacconi, quello dello Sviluppo economico Romani, il ministro della Sempificazione Calderoli.

Cgil, Cisl, UIl e Ugl i sindacati presenti, mentre la pattuglia delle imprese è guidata da Emma Marcegaglia, leader di Confindustria.

Prima dell’incontro a Palazzo Chigi, le parti sociali – sindacati e imprese – si sono viste in una riunione e hanno stabilito di presentari "compatti" davanti al governo.

VERTICE PDL IN VIA UMILTA’ Dopo il vertice fra governo e parti sociali, Angelino Alfano, in qualità di segretario del PdL, ha convocato un incontro in via dell’Umiltà, sede nazionale del partito, per affrontare il tema della crisi internazionale e per discutere delle misure che l’esecutivo sta studiando in queste ore. Invitati al vertice di via Umiltà i capigruppo di Montecitorio e Palazzo Madama, i coordinatori e i ministri presenti all’incontro con le parti sociali.

MANIFESTAZIONE DI PROTESTA Davanti Palazzo Chigi, ad attendere sindacati, imprese e governo, una gruppo formato da una trentina di persone sventola bandiere dell’Usb e uno striscione ‘Tante parti in commedia, un solo copione: farci pagare la crisi’. Urla contro il governo e contro i sindacati.
 
INCONTRO BOSSI – BERLUSCONI Questa sera il premier Berlusconi incontrerà il leader della Lega, Umberto Bossi. Si discuterà, prevedibilmente, della possibilità di un blocco alle pensioni di anzianità.Bossi ha già detto no, come Berlusconi ha messo lo stop all’ipotesi della patrimoniale ventilata dalla Lega: fin quando ci sarò io non succederà, ha chiarito il Cav.

NESSUN COMMENTO

Comments