Comunali Sardegna, centrosinistra espugna Oristano e Alghero

Erano i due Comuni piu’ importanti coinvolti nella tornata amministrativa di giugno che ha eletto una sessantina di nuovi sindaci in Sardegna ed entrambi sono andati al centrosinistra. Cambia il vento a Oristano e Alghero, roccaforti del centrodestra, Comuni entrambi commissariati da qualche mese. L’esito dei ballottaggi premia a Oristano Guido Tendas del Pd, dirigente scolastico di 62 anni, dopo 14 anni di guida del centrodestra, mentre nella citta’ catalana il nuovo sindaco e’ Stefano Lubrano, imprenditore di 46 anni con un passato in Confindustria, a dieci anni dall’ultima vittoria del centrosinistra.

Sul voto, pero’, pesa il forte astensionismo in questo secondo turno, con un netto calo dell’affluenza rispetto al voto di due settimane fa: ad Oristano ha votato solo il 51,01% degli elettori (contro il quasi 69%), ad Alghero il 58,55% (70% al primo turno). E’ chiaro, dunque, che molti cittadini hanno preferito andare al mare piuttosto che recarsi alle urne e sulla vittoria del centrosinistra ha pesato il mancato voto dell’elettorato del centrodestra, soprattutto ad Oristano, dove la coalizione che governa anche la Regione si presentava spaccata, con un candidato ufficiale del Pdl. E cosi’ l’esponente dell’Udc Giuliano Uras si e’ fermato al 41,94% contro i 58,05% di Tendas, gia’ in leggero vantaggio al primo turno.

Ad Alghero, invece, dove due settimane fa vi era stato un testa a testa fra i candidati di centrodestra e di centrosinistra, Marinaro al ballottaggio si e’ fermato al 44,10%, con Lubrano eletto sindaco con il 55,89%. Nella citta’ catalana dove, al pari di Oristano non ci sono stati apparentamenti, ha sicuramente influito l’astensione degli aderenti al Movimento 5 Stelle che al primo turno aveva ottenuto il 10% delle preferenze con la candidata Giorgia di Stefano.

Un successo, quello del centrosinistra, che potrebbe ora condizionare le grandi manovre – vedi alleanze e candidature – in vista delle Regionali, ma anche delle prossime elezioni politiche, con un centrodestra che nell’isola sta vivendo momenti di fibrillazione, soprattutto all’interno del Pdl, che hanno fatto registrare uscite eccellenti dal gruppo in Consiglio regionale e la frattura tra il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e il coordinatore regionale, il deputato Settimo Nizzi, ormai ai ferri corti.

‘La nostra e’ una vittoria che va al di la’ dei numeri con i quali abbiamo cominciato, numeri che si sono moltiplicati perche’ le nostre idee sono entrate nel cuore di tanti cittadini, di quelli che stanno bene e di quelli che soffrono. Ora possiamo davvero cambiare questa citta”, ha commentato il nuovo sindaco di Oristano Tendas. ‘Sono contento del risultato e per Alghero: alla citta’ serviva una scossa forte e la mia esperienza di quattro anni in Confindustria potra’ solo essere utile’, le prime parole del nuovo primo cittadino di Alghero Lubrano.

NESSUN COMMENTO

Comments