Comunali, è Blello il paese più piccolo: 74 abitanti

Lunedi’ pomeriggio Blello sara’ sicuramente uno dei primi Comuni a sapere chi e’ il nuovo sindaco. Nell’unica sezione dell’unico seggio lo spoglio delle schede dura di solito tre quarti d’ora: i residenti del paese piu’ piccolo d’Italia che andra’ al voto sono 74. E dieci sono minorenni.

I candidati sono 4, altrettante le liste che pero’ di campagna elettorale non ne hanno fatta. Niente volantini, niente comizi per le piccole strade di Blello, 800 metri d’altezza, microscopico puntino della Val Brembilla a 30 chilometri da Bergamo. In paese non c’e’ una farmacia, non c’e’ un ufficio postale, non c’e’ una scuola anche perche’ fra elementari e medie i bambini sono solo 7. Ci sono la chiesa, il municipio, una trattoria, un piccolo negozio di generi alimentari, due allevamenti di bestiame. Anche il Comune e’ in miniatura. Dalle urne (anzi, dall’unica urna) uscira’ una squadra che le leggi hanno ridotto ulteriormente nei numeri rispetto al passato: ci saranno sindaco, vicesindaco ma nessun assessore e 6 consiglieri fra maggioranza e opposizione. Delle stesse dimensioni e’ la ‘struttura’: il segretario comunale e’ condiviso con altri 4 paesi della valle e il solo impiegato si presenta per contratto due pomeriggi la settimana per complessive 6 ore di lavoro.

Alla guida del paese c’e’ stato per due mandati Dante Todeschini, sindaco uscente che da tempo ha rinunciato all’ indennita’ e che ora si presenta candidato consigliere in una lista civica (ma con in tasca una tessera del Pdl). Il fiore all’occhiello della sua amministrazione e’ la strada che dal centro del paese arriva alla chiesa. A realizzarla ci sono voluti 10 anni e soprattutto mezzo milione di euro, uno sforzo ‘immane’ spiega dopo precisato che il bilancio e’ di 70-80 mila euro l’anno con trasferimenti ‘insufficienti’ dallo Stato e con le briciole raccolte con Ici e tassa rifiuti. Il resto e’ lavoro volontario. Ad esempio le strade le puliscono i consiglieri comunali e le loro mogli. ‘Ci diamo una mano, ci arrangiamo’ sorride Todeschini.

Il suo successore sara’ forse l’ultimo sindaco di Blello visto che dietro l’angolo c’e’ l’ipotesi di un referendum per decidere se fondersi con due Comuni vicini. Non tutti in paese sono d’accordo: c’e’ molto campanilismo anche fra i giovani che frequentano le scuole degli altri centri della valle e che poi trovano lavoro altrove. A Blello ci sono soprattutto anziani.

Tanti abitanti nel corso degli anni sono emigrati e i residenti all’estero oggi sono 66. Qualcuno tornera’ per votare, la maggior parte no. L’ultimo trasferimento e’ avvenuto di recente. Se ne e’ andata una intera famiglia di 4 persone, circa il 5 per cento della popolazione.

NESSUN COMMENTO

Comments