Commerciante muore d’infarto, forse malore dopo rapina

La certezza non c’e’ ancora, ma col passare delle ore gli investigatori hanno sempre meno dubbi: Pasquale Accurso, commerciante settantenne di Afragola, nel Napoletano, e’ morto d’infarto dopo aver subito la rapina dell’incasso della giornata che custodiva nella vettura, ritrovata solo dopo qualche ora con i vetri in frantumi, lontano dal suo corpo senza vita.

Il cadavere di Accurso, 70 anni, titolare di una rivendita di gas, e’ stato trovato dal personale del 118 intorno alle 23 di ieri sera sul marciapiede adiacente ad un palazzo di via Salicelle.

La sua segretaria ha riferito agli investigatori del commissariato di Afragola di averlo visto uscire dal deposito di gas che gestiva nel comune dell’hinterland napoletano per andare a depositare l’incasso di giornata, operazione che ripeteva sistematicamente due volte al giorno, da ultimo a fine giornata.

E’ probabile che qualcuno conoscesse i movimenti di Accurso, o forse no: fatto sta che gli investigatori ritengono assai probabile che il commerciante, cardiopatico con quattro by pass, sia stato vittima di una rapina mentre tornava a casa e che l’attacco cardiocircolatorio che ne ha stroncato la vita sia stata una diretta conseguenza dello spavento seguito alla rapina.

Rimasto senza la sua macchina, Accurso – sempre secondo la tesi degli inquirenti – avrebbe compiuto un centinaio di metri prima di accasciarsi al suolo nei pressi del ciglio della strada dove poi e’ stato ritrovato. La macchina sulla quale viaggiava, una Lancia Lybra, e’ stata rinvenuta solo successivamente con i vetri sfasciati. Ma nessuna traccia al suo interno dell’incasso, che non e’ stato ritrovato, cosi’ come del portafoglio dell’uomo, sparito anch’esso.

Saranno le indagini della polizia a fare chiarezza sull’episodio che, se confermato, getterebbe l’ennesimo allarme sul pericolo criminalita’ in alcune aree del Napoletano. Anche la procura di Napoli vuole vederci chiaro: il pm ha gia’ disposto l’ autopsia della salma che verra’ eseguita nelle prossime ore al Secondo Policlinico del capoluogo partenopeo.

NESSUN COMMENTO

Comments