Comites Zurigo, ecco perché votare Associazioni Italiane in Svizzera – di Gerardo Petta

Cari lettori, i candidati della lista  “Associazioni Italiane in Svizzera”, con spirito costruttivo e propositivo, dopo dieci anni di immobilismo in seno al Comites di Zurigo, organismo che avrebbe dovuto occuparsi delle problematiche della comunità italiana, hanno deciso di impegnarsi in prima persona, stanchi di essere rappresentati dalle solite e decorate facce. La lista è sostenuta innanzitutto dagli italiani che vivono in questa Circoscrizione e da Associazioni a cui i candidati della nostra lista appartengono.

In poche parole, da associazioni che rimandano a regioni e provincie della nostra penisola, da circoli culturali e associazioni sportive, oltre che dalla gente comune. Gente che sempre più ci partecipa sostegno ed anche affetto.

Una volta eletti nel Comites, ci continueremo ad occupare dei temi che interessano e toccano più da vicino la collettività italiana in Italia e in Svizzera, come abbiamo già iniziato a fare da semplici cittadini.

Ricordo ancora a tutti che  è già partita una nostra petizione sull’ingiusta  e discriminante tassa sugli immobili in Italia di proprietà degli italiani all’estero, considerati seconda abitazione, e delle altre tasse connesse, come TARI e TASI.

L’argomento Corsi di lingua e cultura italiana, altro tema attuale, tocca tutte le famiglie e lo conosco da vicino essendo insegnante; i corsi permettono ai figli degli italiani di mantenere un legame con la lingua, le tradizioni e la terra dei lori padri e dei loro nonni.

Purtroppo negli ultimi anni ci sono stati degli enormi tagli nei confronti  delle Istituzioni scolastiche italiane all’estero, i quali necessiterebbero invece  di una riforma strutturale e non di tagli senza senso.

Infine, permettetemi un  gioco di parole,  vorremmo  restituire la Casa d’Italia agli Italiani. Ricordiamoci che questo immobile è un bene dello Stato Italiano ed è stato un grave  errore darlo in concessione, con il beneplacito dell’attuale Comites, parrebbe per 20 anni, a un’Associazione “Pro Casa d’Italia”,  di cui fanno parte il presidente, il vicepresidente  e un consigliere uscenti  del suddetto  Comites di Zurigo, cioè Paolo Da Costa, Luciano Alban e Antonio Putrino.Tutti e tre, guarda caso, di nuovo candidati e due di loro  capilista in queste elezioni.

I nostri candidati, uomini e donne,  sono persone alle  quali non interessano poltrone da occupare o lustrini da mostrare, ma individui che daranno una mano alla comunità italiana locale, impegnandosi  in modo costruttivo e propositivo a favore dell’emigrazione italiana.

*Associazioni Italiane in Svizzera

NESSUN COMMENTO

Comments