City break: Roma cara, ma non troppo. Ecco dove conviene

Hanoi è la destinazione più economica al mondo per un city break secondo il TripIndex Cities, lo studio annuale di comparazione prezzi di TripAdvisor®, il sito per la pianificazione e prenotazione di viaggi. Il TripIndex Cities, condotto da TNS, società di ricerca indipendente, compara il costo di una vacanza di tre notti durante il periodo delle vacanze estive tra giugno e settembre in 20 città chiave per il turismo in tutto il mondo, prendendo in considerazione i costi tipici per due persone, che includono soggiorno in hotel 4 stelle per tre notti, visita di tre attrazioni, un pranzo e una cena ogni giorno, un viaggio in taxi andata e ritorno ogni giorno1.
 
Lo studio ha rilevato che il costo medio per un breve soggiorno nelle 20 città prese in considerazione è di 892 €, voli esclusi, con prezzi che variano in modo significativo dal più conveniente al più caro. Hanoi è la destinazione con il prezzo medio più basso, meno di 450 €, mentre New York è la più costosa con 1.652 €, poco meno del doppio della media di tutte le città prese in considerazione.
 
“Il TripIndex Cities di TripAdvisor non è solo una classifica delle città più o meno costose da visitare ma aiuta anche i viaggiatori a capire quali sono effettivamente le spese di maggiore impatto o di maggior risparmio in una città, aiutandoli a pianificare e prenotare su TripAdvisor il viaggio più adatto alle loro esigenze” ha commentato Valentina Quattro, portavoce di TripAdvisor per l’Italia. “Per esempio, scorporando la spesa media di Roma si può notare che il costo dei pasti è il secondo più basso tra le dieci città più care”.
 
L’Asia offre il miglior rapporto qualità-prezzo

Se si osservano i costi effettivi di un city break di tre giorni, il report TripIndex Cities 2016 mostra che i viaggiatori possono trovare il miglior rapporto qualità-prezzo in Asia, che comprende infatti ben quattro delle città più convenienti: Hanoi, Kuala Lumpur, Bangkok e Bali che occupano rispettivamente il primo, quarto, quinto e settimo posto nella classifica delle città meno care. Tuttavia, i viaggiatori devono prestare attenzione quando scelgono l’Asia perché tre delle destinazioni più care si trovano sempre in questa parte del mondo: Tokyo, Singapore e Hong Kong, che occupano rispettivamente il secondo, sesto e settimo posto delle destinazioni più care.
 
Roma cara… ma non troppo!

Roma rientra per poco nella Top 10 delle città più costose, piazzandosi in nona posizione. La voce di costo che sembra influire maggiormente su questo posizionamento sono i taxi con 101,60 € di spesa per 3 giorni, ma gli altri prezzi della Città Eterna risultano essere invece in linea, se non più bassi, con le altre nove destinazioni. Ad esempio, il prezzo di una notte in hotel per due persone a Roma è di 161,61 €, meno della metà di New York, dove il pernottamento costa 333,67 €. Anche il prezzo dei pasti risulta contenuto a Roma rispetto alle altre città classificate come più costose essendo il secondo più conveniente tra le dieci città considerate, mentre l’ingresso alle attrazioni turistiche costa 36 €. Roma quindi, pur se annoverata tra le dieci città più care con un totale medio di 938,06 €, si presta anche a una vacanza conveniente a seconda delle attività che si scelgono di fare e dei mezzi di trasporto che si utilizzano. Ma sempre a misura di buongustai!
 
Analisi dei costi di un city break: come si calcola il totale?

In media, il costo dell’alloggio incide circa la metà sul costo totale della vacanza una volta a destinazione (52%). Tuttavia nelle città più costose, l’alloggio incide di più sul totale, in particolare a New York (61%), Parigi (61%) e Cancún (71%).
Al contrario, i viaggiatori in visita nelle destinazioni più convenienti possono spendere meno sull’alloggio dedicando un budget maggiore ai pasti. Per esempio, a Hanoi e Kuala Lumpur, il 50% del budget di viaggio viene speso per mangiare fuori, mentre a Bangkok è il 54%.
 
Dati chiave del report

•           I prezzi degli alloggi sono più bassi a Hanoi, Bangkok e Kuala Lumpur (213,66 €, 231,11 € e 233,45 € per tre notti) mentre i costi più alti si trovano a Londra, Cancún e New York (727,21 €, 893,71 € e 1.001,01 € per tre notti), circa il quadruplo dei costi delle città più economiche.
•           Per quanto riguarda i pasti, i viaggiatori trovano il miglior rapporto qualità-prezzo per pranzo e cena a Città del Capo, Mumbai e Bali (156,66 €, 170,62 € e 203,26 € durante i tre giorni). Circa tre volte superiore è il costo dei pasti a Hong Kong e Tokyo, rispettivamente 508,10 € e 539,93 € per una vacanza di tre giorni.
•           I prezzi delle attrazioni variano in modo significativo, con alcune destinazioni che offrono prevalentemente ingressi gratuiti come Hong Kong, Hanoi e Tokyo dove l’1% o meno della spesa di viaggio è dedicato ai costi per le attrazioni, comparato ad altre destinazioni dove le attrazioni compongono una parte più grande della spesa complessiva come, per esempio, Mosca, dove in media il 14% della spesa di viaggio è dedicato alle attrazioni.
•           Come i costi per le attrazioni, anche le tariffe dei taxi possono variare molto da destinazione a destinazione. Il costo di un viaggio andata e ritorno di 3 Km in taxi nella destinazione con il prezzo maggiore è circa 16 volte più caro rispetto a quelle con il costo più basso. Un viaggio andata e ritorno a Bali richiederà 6,68 €, mentre a New York, Tokio e Roma i viaggiatori dovranno sborsare dai 97,70 € ai 102,91 €.

NESSUN COMMENTO

Comments