Cinema, Angelina Jolie: finalmente ho il fascino della strega (VIDEO)

Perche’ anche gli animi piu’ ‘dark’, i cattivi della fiabe, hanno una storia. Hanno un’umanita’ complessa, che si rivela strato dopo strato. Disney ha voluto raccontarla offrendo una ‘bella addormentata’ tutta nuova, affidando ad Angelina Jolie il ruolo della ‘strega’ Maleficent. Soprattutto affidandole il compito di ricordare che non tutto e’ ‘bianco o nero’, ‘buono o cattivo’. Ruolo che le ha permesso di "abbracciare il bizzarro che e’ in me e di divertirmi", ha detto l’attrice in conferenza stampa per la presentazione oggi a Londra di ‘Maleficent’, che in Italia esce il 28 maggio.

Del resto, spiega, non erano le principesse ad affascinarla di piu’ da bambina, non era in loro che si identificava e Maleficent era il personaggio per lei piu’ interessante nella fiaba: "Mi ha sempre incuriosito l’idea di scoprire da dove provenisse quel senso di malefico che era in lei". Ne era attratta e spaventata. Del resto, dice, "i bambini sono incuriositi dal lato dark delle cose".

 Cosi’ ‘Maleficent’ diventa quasi un prequel di un superclassico, con l’obiettivo dichiarato di rispondere alla domanda: perche’? Perche’ tanta durezza, perche’ il cuore di pietra. Svelando il passato di Maleficent, si spiega l’evoluzione di un’anima. Senza nulla togliere pero’ alla fiaba, fatta di re e regine, di fatine e, naturalmente, di principesse.

Elle Fanning e’ la principessa Aurora, caduta in un sonno profondo sotto l’incantesimo di Maleficent. Si svegliera’ solo grazie all’amore, quello vero, racchiuso nel bacio piu’ sincero. Ma Aurora e’ anche una principessa ‘nuova’. Parla, chiede, si sorprende. E soprattutto "non ha paura", spiega Elle, nemmeno di Maleficent: "non ha imparato ad aver paura delle cose inusuali".

La sua freschezza, la leggerezza, acquistano una connotazione tutta contemporanea, per una principessa che non e’ "solo carina, e’ anche forte". E allora, perche’ no, la nuova bella addormentata di Disney e’ anche una fiaba al ‘femminile’, quasi da annoverare tra i racconti cosiddetti di ‘formazione’. Non fosse altro per l’interazione dei due personaggi, Maleficent e Aurora, e delle due attrici, Angleina e Elle. La chimica e’ evidente in conferenza stampa: Elle, per niente intimidita, racconta che aspettava con trepidazione il momento di incontrare Angelina sul set, poi pero’, una volta giunta, subito si e’ trasformata in "carne ed ossa" e in un momento era gia’ Angie. Quasi un incantesimo.

NESSUN COMMENTO

Comments