Centrodestra, Parisi: “Partito unico? No, grazie”

“Sì a primarie condivise”. “Come va con Berlusconi? Penso bene”. “Accordi solo sulla base di programmi chiari e condivisi”

Le primarie nel centrodestra “sarebbero una cosa importante, pero’ bisogna essere d’accordo su che tipo di progetti e ideali si hanno”. Si’ a primarie “serie, non a gazebo sparsi per l’Italia”. Cosi’ Stefano Parisi, leader di Energie per l’Italia, a margine di una conferenza sulla legge elettorale a Montecitorio.

“Come va con Berlusconi? Penso bene – prosegue Parisi – l’importante ora e’ avere una forza alternativa alle politiche disastrose di Renzi. Con il proporzionale bisogna avere una forte identita’ politica, accordi solo sulla base di programmi chiari e condivisi”. Per questo Parisi scansa la proposta del Partito Unico, “sarebbe un errore, non si puo’ pensare di mettere tutto insieme”, conclude.