Case popolari a Roma, Santori (PdL): Assegnazioni dubbie, subito verifiche

“Le procedure e le documentazioni presentate per le assegnazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica in favore di occupanti abusivi come previsto dalla deliberazione della giunta comunale n.206 del 2007, devono essere subito sottoposte ad un attento esame per verificare il reale diritto degli assegnatari, che fanno riferimento alla galassia dei centri sociali e ai movimenti per la casa dell’estrema sinistra. Dal 2007 ad oggi sono circa 400 gli alloggi popolari consegnati con queste procedure, oltre il 20% delle assegnazioni totali, che risultano in tutto oltre 1700”. Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori, che ha chiesto agli uffici competenti di avviare i necessari controlli.

“L’ennesimo dubbio risulta l’imminente assegnazione di oltre 20 alloggi a Rocca Cencia che, dai primi riscontri, sembrerebbe irregolare. In barba alle migliaia di famiglie che aspettano da decenni un tetto e sono in possesso dei necessari requisiti previsti, si continua ad applicare una delibera voluta dalla giunta Veltroni, faziosa e colma di incongruenze, che l’amministrazione Alemanno ancora subisce sotto il ricatto di una politica intimidatoria che non è più possibile accettare. E’ necessario verificare se chi occupa oltre 100 immobili pubblici e privati mappati dalla Commissione Sicurezza, allo stesso tempo ottenga assegnazioni di case popolari perlomeno dubbie e tutte da controllare. Basta con i privilegi, se non riceverò risposte esaurienti e documentazioni adeguate presenterò un esposto alla Procura della Repubblica”.

NESSUN COMMENTO

Comments