Canone Rai, esenti gli italiani all’estero iscritti all’AIRE

A sottolinearlo è Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare eletto nella ripartizione estera Europa: gli italiani nel mondo regolarmente iscritti all’AIRE non dovranno pagare il canone Rai, che presto verrà inserito nella bolletta della luce. Spiega Di Biagio: “È necessario fornire chiarimenti sulla norma in Stabilità che prevede l’inserimento del canone Rai nella bolletta elettrica, in relazione con gli adempimenti degli italiani all’estero. Dopo opportuni accertamenti, risulta che per i titolari in Italia di un contratto di fornitura di energia elettrica per immobili siti nei Comuni d’origine degli emigrati della prima generazione, il pagamento del canone Rai non verrà richiesto”.

In Senato, infatti, è stato depositato dalle relatrici del provvedimento “un emendamento che anche grazie al nostro contributo – continua il senatore – chiarisce ulteriormente che la presunzione della detenzione o utilizzo di un apparecchio TV si presume solo nel caso in cui esista un’utenza di energia elettrica nel luogo in cui il soggetto ha la propria residenza anagrafica”.

In conclusione, “possiamo dunque affermare che sono esenti dal pagamento del canone Rai i titolari di un’utenza per la fornitura di energia elettrica, residenti all’estero e regolarmente iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’estero (AIRE)”.