Calcio, Zola al Watford per progetto inglese dei Pozzo

L’Udinese, il Granada e ora anche il Watford. La famiglia Pozzo esporta il suo modo di fare calcio anche in Inghilterra. E punta a farlo ai massimi livelli. Non è un caso che per la panchina del club inglese i Pozzo, padre e figlio, stiano pensando a un italiano esperto di calcio inglese come Gianfranco Zola. L’accordo è praticamente raggiunto. Tanto che lo stesso patron bianconero Giampaolo Pozzo lo ha svelato ai microfoni di Sky sport. "Siamo a buon punto, credo che ci sarà Zola alla guida della squadra. Sulla parola è fatta, ma attendiamo che arrivino le firme’ ha detto. Motivando la scelta: ‘Conosce molto bene il calcio inglese e ha una mentalità italiana che puó essere utile per la gestione della squadra. Domani mio figlio sarà a Londra e potrà cogliere l’occasione per incontrare Zola". Manca solo l’ufficialità delle firme, poi saranno svelati tutti i dettagli, compresa la durata del contratto.

"Abbiamo un gruppo di lavoro esperto e che fa le cose molto bene. Utilizziamo le nostre sinergie in forma piú allargata", ha aggiunto il patron bianconero spiegando la filosofia dietro l’acquisizione del club inglese, curata dal figlio Gino. Ovvero riportare in auge un club storico che negli ultimi anni, sotto il profilo sportivo, non ha ottenuto brillanti risultati. L’ex numero 10 di Napoli e Parma conosce la Premier League dal 1996 quando approdó al Chelsea di Gianluca Vialli. Con la maglia del club londinese, indossata fino al 2003, ha vinto la Coppa d’Inghilterra, la Coppa di Lega inglese, la Coppa delle Coppe e la supercoppa Uefa. Zola ha già allenato anche una squadra inglese, il West Ham di Londra, dal 2008 al 2010.

In Italia, sulla panchina del club friulano, l’Udinese, resta invece saldamente seduto Francesco Guidolin che a giorni sarà pronto a cominciare una nuova avventura in bianconero. Mercoledí partirà il pre-ritiro, con i test atletici. All’appuntamento si presenteranno tutti i giocatori che non sono stati impegnati con le rispettive nazionali, ai quali è stato concesso qualche giorno di ferie in piú. L’ultimo ad aggregarsi al gruppo, nel ritiro di Arta Terme (Udine), sarà il capitano Antonio Di Natale, in campo anche ieri sera in maglia azzurra.

Le incognite in rosa, peró, non mancano. Una su tutte il giallo sulla possibile partenza di Handanovic. L’Inter avrebbe già raggiunto un accordo di massima con il portierone sloveno, ma l’Udinese sembra non aver gradito il fatto di non essere stata contattata prima del giocatore.

NESSUN COMMENTO

Comments