Calcio, Stramaccioni: dopo Juve troppe parole su di noi

L’allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni mette un punto e a capo all’estenuante polemica tra Cassano e Conte. ‘Antonio non ha bisogno di auto per rispondere’. Basta chiacchiere, dice il tecnico, se ne sono fatte troppo dopo la vittoria contro la Juventus. E’ quindi l’ora di tornare a parlare di calcio. Domani nella sfida con il Cagliari, l’Inter deve prendersi i tre punti: la sconfitta con l’Atalanta non ha assolutamente ridimensionato i nerazzurri che mantengono intatte ambizioni e speranze. ‘Contro il Cagliari – spiega Stramaccioni in conferenza stampa – non e’ necessaria una ripartenza mentale perche’ tutti quanti abbiamo avuto l’ impressione che non sia uscita da Bergamo un’Inter ridimensionata. Non meritavamo di perdere. Detto questo, bisogna ricominciare a fare punti’.

Domenica scorsa hanno pesato le assenze anche se nessuno cerca giustificazioni: ‘La partita di Bergamo ha forse segnato il massimo stagionale di indisponibili. La coperta era corta. Non cerchiamo alibi ma e’ cosi’. Adesso ritorniamo ad avere meno indisponibili. Andra’ in campo un’Inter che ha piu’ certezze. Proveremo a vincere sapendo che di fronte abbiamo un avversario che se la gioca a viso aperto’. ‘Il Cagliari – aggiunge – probabilmente e’ l’avversario peggiore in questo momento. L’Inter scendera’ in campo a testa bassa per fare risultato e loro sono gli avversari ideali per farti male, ma noi vogliamo fare la partita’.

Non ci sara’ Wesley Sneijder il cui futuro all’Inter non e’ ancora chiaro. Sta meglio ma non e’ ancora pronto. Tornano invece disponibili Samuel, Ranocchia e Coutinho. Difesa a tre e tridente pesante sono le certezze da cui riprendere la corsa: ‘Nel momento in cui l’Inter schiera in attacco tre giocatori con quelle caratteristiche, assume una pericolosita’ offensiva innegabile. Il vero tema pero’ sono gli altri sette. Io non credo che l’Inter possa giocare ogni gara con quei tre o comunque farlo per 90 minuti. Questo per non esaltare le caratteristiche degli avversari. Tridente o no, E’ indispensabile tornare a fare punti. Bisogna fare attenzione, perche’ il Cagliari e’ pericoloso per la rapidita’ dei giocatori davanti e per gli inserimenti dei centrocampisti’.

La diatriba Cassano-Conte irrompe – come era previdibile – nella conferenza stampa di Stramaccioni. ‘La mia posizione – e’ la risposta del tecnico – e’ sempre stata equilibrata e lucida. Dopo la partita con la Juventus ho sentito parlare un pochino troppo di Inter. Noi come Societa’ abbiamo risposto nella persona di Marco Branca, in maniera serena. Gli altri, poi, possono dire quello che vogliono, Antonio non ha bisogno di ausili, ha risposto quello che riteneva opportuno, con la sua testa e con il suo carattere. Comunque, ripeto, dopo Juve-Inter ci hanno tirato in ballo troppo e non per il calcio, mentre a noi interessa parlare di calcio. Siamo uniti e andiamo avanti per la nostra strada’.

Caso chiuso? Per l’Inter sembra di si’. O almeno Stramaccioni ci prova, virando abilmente sulla partita di domani. La vittoria e’ indispensabile se i nerazzurri vogliono far sentire il fiato sul collo alla Juventus che, altrimenti, rischia di prendere il largo.

NESSUN COMMENTO

Comments