Calcio, solite magie di Natale: e la Samp affonda

Notte Di Natale in casa Sampdoria, festeggiata pero’ solo dall’Udinese con due panettoni facili-facili. Eppure la squadra di Ferrara era partita bene, con buona accelerazione e sufficiente cuore da far ben sperare i 20 mila del Ferraris. Poi, all’improvviso, e’ scoccata la magia Di Natale che tutto trasforma e cosi’ la partita si e’ rovesciata come un calzino e non c’e stata storia.

Difficile per la formazione blucerchiata, scesa in campo con un imperfetto 4-5-1 e falcidiata da malanni di stagione, arginare le geometrie recitate ormai a memoria dall’Udinese di Guidolin che punta proprio sulla tombola Badu-Pinzi-Di Natale.

Cosi’ al 17′ pt Danilo punisce la spaventata difesa blucerchiata con una bella azione favorita dall’assenza della difesa blucerchiata: angolo di Di Natale che mette in mezzo e pesca il difensore bianconero tutto solo che colpisce di testa e insacca alle spalle di Romero. Esulta l’unico tifoso dell’Udinese, dotato di bandiera d’ordinanza, che occupa il settore ospiti.

Cosi’ la Samp si disarticola, si scompone, s’allunga e favorisce gli uomini di Guidolin sempre piu’ padroni del campo e dell’ area davanti a Romero. Difesa blucerchiata per farfalle al 28′ pt arriva l’ora della poesia Di Natale. Palla di Di Natale per Badu, Berardi cerca di spazzare ma il pallone sbatte contro il centrocampista bianconero, arriva Toto’ che scarta Romero e segna a porta vuota. La Sampdoria continua a sbagliare. Nel secondo tempo, mentre Guidolin fa entrare Lazzari per sfruttare al meglio i contropiede, Ferrara inserisce Pozzi, al rientro dopo 74 giorni di assenza, al posto di Maresca tornando a un sicuro 4-4-2 e poco dopo e’ costretto a far uscire Gastaldello, entrato in campo nonostante un forte malessere, per Estigarribia. La squadra pero’ non reagisce e continua a sbagliare. Al 12′ st l’atterramento in area di Icardi da parte di Allan e il conseguente rigore fa sperare i blucerchiati nella riapertura della partita ma Pozzi, che s’incarica del tiro, conclude alla destra di Brkic che si tuffa e para. Sbaglia troppo, la Sampdoria, specialmente in difesa lasciando agli avversari spazi siderali, e sbaglia anche in fase d’attacco, perche’ imprecisa, irruenta nel modo peggiore possibile. Icardi reclamera’ al 31′ st un secondo rigore per un contatto con Angella in area ma Gervasoni nega. E mentre Brkic fa il disoccupato, l’area blucerchiata presidiata da Romero viene costantemente assediata. Al 35′ st Di Natale fa la magia, si trasforma in Del Piero e con un destro a rientrare tenta di acquistare il terzo panettone della serata. Romero si supera con una paratona che riscatta la serata. Si va avanti cosi’, tra l’imprecisione dei blucerchiati e la costante ricerca del gol da parte dell’Udinese. Alla fine, l’unico tifoso bianconero ha fatto festa.

NESSUN COMMENTO

Comments