Calcio, Roma: ritiro si avvicina, tra esuberi e mercato

Una settimana ancora e poi si riapriranno i cancelli di Trigoria. Il ritiro della Roma di Zdenek Zeman e’ ormai alle porte: il 3 luglio Totti e compagni si raduneranno nel centro sportivo giallorosso per cominciare a preparare la nuova stagione. E il numero di calciatori che il boemo avra’ a disposizione, in assenza di novita’ provenienti dal mercato, rischia di sfiorare le 40 unita’. Non tutti pero’ partiranno per Riscone di Brunico: resteranno infatti ad allenarsi nella Capitale (come gia’ accaduto lo scorso anno con Luis Enrique) quei giocatori inseriti in trattative e quindi in procinto di essere ceduti.

Di sicuro comunque tra una settimana non ci saranno il portiere olandese Stekelenburg e gli azzurri Borini e De Rossi che, terminato l’Europeo, si prenderanno qualche giorno di vacanza per poi aggregarsi al gruppo in occasione della tournee americana (preceduta dalle amichevoli con i rumeni del Turnu Severin il 14 luglio e col Rapid Vienna il 17, ultimo giorno di ritiro). In compenso, martedi’ prossimo, si rivedranno a Trigoria Julio Sergio, Antunes, Crescenzi, D’Alessandro, Brighi, Guberti, Pizarro e Borriello (tutti in esubero e da piazzare dopo il rientro dai prestiti anche per alleggerire il monte ingaggi), diversi giovani in uscita dalla Primavera per limiti d’eta’, e alcune facce nuove (atteso per il fine settimana l’arrivo del brasiliano Dodo’, mentre per Castan si dovra’ aspettare la finale della Coppa Libertadores).

In attesa dei giocatori, pero’, domani a Trigoria sfileranno i dirigenti per il consiglio d’amministrazione del club giallorosso. All’ordine del giorno la situazione finanziaria della societa’ che si appresta a chiudere con un bilancio in passivo superiore ai 30 milioni del passato esercizio. Il segno negativo sara’ controbilanciato dall’aumento di capitale da 50 milioni gia’ deliberato ma che dovrebbe slittare a settembre.

Si parlera’ poi di strategie e budget di mercato: oltre a dover piazzare diversi elementi, la Roma avra’ l’obbligo di spendere ancora per completare la rosa con l’innesto di un terzino destro e di un centrale di difesa (Ogbonna in cima alla lista). Senza contare la pista che porta a Mattia Destro, sempre nel mirino del ds Sabatini su precisa indicazione di Zeman.

Infine, durante il cda sara’ affrontato anche il tema legato allo stadio di proprieta’: il lavoro dell’advisor ‘Cushman & Wakefield’ e’ infatti prossimo alla conclusione visto che entro la fine di giugno presentera’ la relazione finale sulle aree individuate su cui poter costruire il nuovo impianto.

NESSUN COMMENTO

Comments