Calcio, Milan: Berlusconi ammette, Pato è un problema

Silvio Berlusconi presidente del Milan a tempo pieno: la squadra, mai come ora, ha bisogno di lui e, per questo, anche domani volera’ a Milanello, dopo aver dato la giusta sferzata ai rossoneri prima della trasferta di Napoli e della Champions: ‘Vado a Milanello perche’ c’e’ bisogno. Il Milan, avete visto, si e’ ricaricato. C’e’ necessita’ di continuare nelle presenze’. Un effetto tonificante e galvanizzante quello ottenuto da Berlusconi con la sua vicinanza alla squadra, proprio come ai vecchi tempi: lo dimostrano i risultati. Ora, alla vigilia della partita contro la Juventus, deve affrontare il delicato caso Pato. ‘Pato e’ un problema perche’ era il giocatore di maggior valore e futuro che avesse il Milan. Quindi e’ veramente un problema anche per cosa fare’ ammette Berlusconi, commentando le lamentele del giocatore brasiliano per il suo scarso impiego in campo. ‘Non si puo’ avere cosi’ una diminutio del valore del patrimonio – aggiunge – Avere incidenti vari per un ragazzo di 22-23 anni… Quindi speriamo veramente di vederlo guarire’.

Il destino di un campione mancato quello di Pato, di una promessa che finora non ha mantenuto le aspettative e che, al momento, non appare in sintonia con la voglia di riscatto e di compattezza del Milan. Al contrario, il giocatore ha fatto capire – subito dopo la vittoria in Champions contro l’Anderlecht – intenzioni belligeranti verso il Milan.

Berlusconi domani potrebbe avere un faccia a faccia con il brasiliano, acciaccato e di cattivo umore. Il presidente cerchera’ di capire le intenzioni dell’attaccante e forse provera’ a fargli recepire in modo chiaro e forte le esigenze attuali del club.

Il presidente torna a parlare del Milan di ieri con lo sguardo dritto sul futuro che ormai appartiene alle giovani generazioni come dimostra El Shaarawy: ‘Ibra? Lo rimpiango, si’, sul campo. Pero’ l’ho gia’ detto altre volte e non faccio che ripeterlo: c’era un risparmio di 160 milioni di euro in tre anni’. Il patron del Milan difende pero’ la linea scelta dal suo club: oggi, dice, ‘abbiamo trovato El Shaarawy. Quella dei giovani – spiega – e’ la strada giusta: se anche ne trovi tre o quattro, te ne viene fuori uno. Adesso c’e’ bisogno di un periodo di rifondazione guardando ai giovani per avere una squadra veramente competitiva’.

Berlusconi interviene sulla corsa scudetto anche se preferisce non indicare una favorita tra Inter e Juve: ‘Non voglio inimicarmi nessuna delle due squadre. Sono due ottime formazioni e quindi sara’ un finale di campionato molto interessante’. Parole di elogio anche per il campionato del Napoli: ‘Sta benissimo. Respira l’aria pura della vetta’.

Intanto buone notizie per il Milan: Luca Antonini si e’ allenato regolarmente dopo l’assenza per infortunio. Palestra per Philippe Mexes e Massimo Ambrosini. Nessun problema per il difensore francese scatenato dopo l’eurogol contro l’Anderlecht.

NESSUN COMMENTO

Comments