Calcio, la Roma è in vendita?

Da Trigoria e Boston negano. Il presidente James Pallotta punta alla costruzione dello stadio: se non ci riuscirà, la cessione è pressoché inevitabile

Daniel Kretinsky, nato a Brno (Repubblica Ceca) il 9 luglio 1975, è interessato ad acquistare la Roma. Nonostante le smentite sue e del club giallorosso. È stramiliardario, al 924esimo posto della classifica di Forbes, con un patrimonio stimato di 2,6 miliardi di dollari (nel 2018).

Il magnate ceco è operativo nel campo dell’energia ed è proprietario del gruppo EPH, possiede e gestisce attività in Repubblica Ceca, Slovacchia, Germania, Italia, Regno Unito, Polonia e Ungheria. È comproprietario dello Sparta Praga e ha cercato, senza successo, di acquistare il Milan dal fondo Elliot (che in questo momento non vuole cedere). Ora sembra interessato ad investire in un altro club italiano, la Roma.

Kretinsky in ottobre è entrato in Le Monde, rilevando il 49% della quota di Pigasse. Sempre in Francia ha già acquistato il settimanale Marianne e alcune testate del gruppo Lagardere, come Elle, il sito web Elle en France, Version Femina, Art and Decoration, Télé 7 Jours, France Dimanche, Ici Paris e Public.

Ma la AS Roma è in vendita? Da Trigoria e Boston negano. Il presidente James Pallotta punta alla costruzione dello stadio: se, come molti dicono, non ci riuscirà, la cessione è pressoché inevitabile. Un conto è vendere un club senza lo stadio di proprietà e un conto con uno stadio. I tifosi romanisti sognano un futuro affidato a un presidente che non ceda regolarmente i migliori campioni (Salah, Alisson, Nainggolan, Strootman…), per fare cassa.