Calcio, Inter: Cassano contro Conte, non parli di moralità

POZNAN, POLAND - JUNE 18: Antonio Cassano of Italy reacts during the UEFA EURO 2012 group C match between Italy and Ireland at The Municipal Stadium on June 18, 2012 in Poznan, Poland. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Antonio Cassano e’ un fiume in piena. Colpito dalle parole rivoltegli dall’allenatore della Juventus, Antonio Conte, l’attaccante dell’Inter ha risposto per le rime in un’intervista rilasciata a Sport Mediaset. ‘Quaquaraqua’ non sono io, ma lui che e’ stato squalificato per omessa denuncia. Ho fatto tante ‘cassanate’ nella mia carriera e per questo sono stato squalificato, ma se lui viene a parlare di moralita’ a me e’ finito il mondo – ha spiegato il calciatore barese – Con l’espressione ‘soldatini’ volevo semplicemente dire che alla Juventus sono troppo professionali e professionisti, io non lo sono mai stato. Non era mia intenzione offenderli, se se la sono presa amen’. A stretto giro la replica arrivata da casa Juventus attraverso Giorgio Chiellini: ‘"La moralita’ del mister e’ da 110 e lode e non si puo’ mettere in dubbio’, ha detto il bianconero a Sky Sport 24.

Nella polemica era entrato, attraverso il proprio profilo Twitter, anche Leonardo Bonucci, difensore juventino e compagno in azzurro di Cassano fino agli ultimi campionati europei. ‘Conosco bene Leo, e’ un bravo ragazzo ed e’ attaccatissimo alla nazionale. Ha detto la verita’, io ho sempre fatto fatica a correre. Non mi sono offeso, accetto la battuta perche’ rimane in ambito calcistico’, ha risposto l’attaccante dell’Inter, che non rinuncia all’idea di tornare a vestire la maglia del proprio paese. ‘Prandelli non mi ha chiamato, forse perche’ ho cambiato numero. Comunque tifo Italia e il mio sogno e’ partecipare ad un Mondiale, cosa che non ho mai fatto’.

Porte aperte all’azzurro, dunque, ma chiuse a Mario Balotelli in merito ad un possibile ritorno all’Inter. ‘Ce ne sono tanti forti in nerazzurro, rimaniamo con questi’, ha dichiarato ancora Cassano. Uno dei compagni di squadra piu’ apprezzati dall’attaccante e’ Wesley Sneijder, con cui in queste settimane e’ nato un rapporto di amicizia. L’olandese sembra vicino al rientro dopo quasi due mesi di infortunio, ma il suo futuro non e’ ancora ben definito.

L’Inter e il giocatore stanno lavorando ad un rinnovo contrattuale, ma il club vorrebbe ‘spalmare’ l’ingaggio del giocatore. ‘Wes e’ quello che ci serve per fare la differenza, lo voglio in squadra tutta la vita. Tatticamente sara’ un problema di Stramaccioni, io pero’ voglio giocare per Sneijder’, e’ stato il commento di Cassano. I due rischiano concretamente di andare incontro ad una concorrenza per un ruolo in attacco.

Da due giorni il trequartista e’ tornato in gruppo, assieme a Coutinho. Oggi Stramaccioni ha rivisto con i compagni anche Ranocchia e Samuel. Rientri importanti dopo l’emergenza infortuni, il tecnico spera di poter avere un paio di elementi gia’ nella gara di domenica contro il Cagliari (la decisione definitiva verra’ presa tra domani e sabato).

Continuare nel percorso intrapreso potrebbe avere l’effetto positivo di invogliare gli investitori cinesi ad accelerare l’ingresso in societa’, rallentato da alcune questioni burocratiche. Dagli ambienti dirigenziali nerazzurri filtra ottimismo, avendo le parti gia’ firmato un contratto che vincola al rispetto degli accordi presi in estate, ma il ‘closing’ previsto entro l’assemblea dei soci di fine ottobre non e’ ancora arrivato.

NESSUN COMMENTO

Comments