Bruxelles: tra cucina e luoghi da visitare

Le patatine fritte del Belgio sono senza dubbio una delle pietanze delle quali si parla maggiormente in ogni angolo d’Europa, ma è particolarmente apprezzata anche la birra. Da non dimenticare nemmeno la cioccolata belga

Bruxelles, Belgio

Bruxelles è una città del Belgio che ospita qualcosa come 2,6 milioni di abitanti. Città multiculturale per eccellenza, è considerata la “capitale” dell’Unione Europea per il semplice fatto che hanno sede qui proprio diverse istituzioni comunitarie, dalla Commissione europea, passando per il Consiglio dell’Unione europea e il Parlamento europeo. Ma non è tutto, poiché hanno sede qui anche il Comitato delle Regioni e il Comitato economico e sociale.

Meta di turisti praticamente in ogni periodo dell’anno, anche per via della presenza delle istituzioni europee, la città belga è anche rinomata per le bontà culinarie che si possono gustare. Le patatine fritte del Belgio sono senza dubbio una delle pietanze delle quali si parla maggiormente in ogni angolo d’Europa, ma è particolarmente apprezzata anche la birra. Da non dimenticare nemmeno la cioccolata belga, i cavolini di Bruxelles e quelle che in fiammingo vengono denominate waffles (o anche waffels), mentre in francese vi si fa riferimento come gaufres. Nonostante le pietanze in Belgio siano preparate generalmente allo stesso modo in varie regioni, c’è qualche piccola “personalizzazione” in determinate località. In generale, comunque, la cucina belga risente molto di quella francese, con la quale ha creato una sorta di commistione che ha dato vita a piatti unici e originali.

I waffels a Bruxelles

I waffels rappresentano una specialità sulla quale Bruxelles e comunque tutto il Belgio in generale ha costruito un’intera industria. A seconda della lingua in cui si sceglie di pronunciarle, queste specialità possono anche essere indicate con il termine di waffles o gaufres: altro non sono, comunque, che cialde croccanti nella parte esterna, ma morbide dentro. Vengono preparate su piastre grigliate che consentono appunto di ottenere quella originale superficie “a grata”.

Questi waffels, possono essere consumati in tantissimi modi: nessuno vieta di mangiarli da soli, ma spesso vengono associati a nutella, yogurt e perfino al gelato. Dove si possono gustare i waffels a Bruxelles? Se vi recate nella città belga, i locali presso i quali si possono gustare queste cialde sono The waffle factory, la Maison Dandoy, la Vitalgaufre e i cosiddetti camioncini itineranti, piccole attività commerciali super attrezzate con tanto di piastre per waffel in bella vista, che sono tipiche del Belgio, rappresentanti a loro modo dell’arte dello street food.

Dove non mangiare a Bruxelles

Chi si reca a Bruxelles in qualità di turista, sappia che ci sono sì tanti punti di interesse e luoghi presso i quali si possono gustare prelibatezze, ma allo stesso tempo esistono posti che è meglio evitare. Il consiglio è di stare alla larga, innanzitutto, posti troppo turistici, magari con file di orientali con la videocamera. Nulla contro di loro, per carità, ma si tratta probabilmente non dei migliori posti gustare waffels e le altre bontà del Belgio. Evitate generalmente i posti siti nella strada tra la Grand Place e il Mannekin Pis: c’è un locale ogni 50 metri, sono molto economici (anche 1 euro a waffel), ma non sono di certo quelli più gustosi. Prima di tornare in Italia, è meglio conservare un bel ricordo dei waffels e della città di Bruxelles in generale.