Brasile, pm chiedono accelerare processo per corruzione a candidato alla presidenza

Alckmin si e' infatti appena dimesso dalla carica di governatore per poter concorrere alle elezioni presidenziali di ottobre. Con le dimissioni, Alckmin ha perso il diritto al cosiddetto "foro privilegiato"

Il pubblico ministero federale (Mpf) ha chiesto formalmente al vice-procuratore generale della Repubblica, Luciano Mariz Maia, di “rinviare il piu’ rapidamente possibile” ai giudici di primo grado l’indagine sull’ex governatore dello stato di San Paolo, Geraldo Alckmin, accusato dall’ex manager del gigante edile Odebrecht di essere beneficiario di fondi neri per la campagna elettorale.

Una richiesta di urgenza, scrive il quotidiano brasiliano “O Estado de S.Paulo”, motivata dalla successione di eventi legati alle scelte politiche del possibile indagato.

Come previsto dalla legge elettorale brasiliana, Alckmin si e’ infatti appena dimesso dalla carica di governatore per poter concorrere alle elezioni presidenziali di ottobre. Con le dimissioni, Alckmin ha perso il diritto al cosiddetto “foro privilegiato”, la norma che garantisce alle alte cariche istituzionali di essere giudicate solo dalla Corte suprema (Stf) e non dalla giustizia ordinaria. Tuttavia, in caso di vittoria elettorale alle presidenziali, Alckmin tornerebbe ad essere coperto dal “foro privilegiato”.

Comments