Borsa, Milano chiude a -2,04%

A trader sits in front of screens showing the German DAX index in Frankfurt am Main on November 1, 2011 at the German Stock Exchange. Germany's blue-chip DAX 30 stocks index sank more than 5.0 percent in midday trade amid turmoil set off by the shock announcement of a Greek referendum on last week's EU debt rescue package. AFP PHOTO / FRANK RUMPENHORST GERMANY OUT

Piazza Affari archivia la seduta con il segno meno e in deciso calo, al termine di una giornata che si era gia’ aperta in ribasso. Milano paga la partenza debole del Dow Jones, la debolezza dei titoli bancari e gli ultimi dati sull’inflazione.

Stabile lo spread Btp-Bund che si e’ mantenuto sopra la soglia dei 500 punti base con il rendimento dei Btp decennali al 6,9%.

L’indice Ftse Mib ha fatto segnare nel finale un -2,04% a quota 15.327 punti, mentre l’Ftse Italia All-Share cede l’1,67% a 16.146 punti. In ribasso anche l’Ftse Star, che lascia sul terreno l’1,18% a quota 9.446 punti. Fra i titoli del listino milanese, fra i segni piu’ in evidenza soprattutto Fiat Industrial che guadagna poco piu’ di 1 punto, seguito da Saipem, Impregilo, Ferragamo e Tenaris. Fra i maggiori ribassi del listino invece, pesante Unicredit che cede oltre 14 punti, ma in ribasso anche Banca Mps, Intesa Sanpaolo, Azimut e Finmceccanica. Anche le altre principali Borse europee archiviano le contrattazioni all’insegna delle perdite , dopo l’avvio fiacco fatto segnare da Wall Street.

Fra le piazze finanziarie, Parigi segna un -1,59%, Francoforte cede lo 0,89% mentre Londra arretra dello 0,55%.

NESSUN COMMENTO

Comments