Berlusconi, “questo governo innaturale non durerà a lungo” [VIDEO]

A palazzo Chigi “sembra una comica”, “qualcosa che mette in cattivissima luce l'Italia; e questo è qualcosa che fa male a tutti noi"

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia

Silvio Berlusconi è a Merano per chiudere al campagna elettorale per le provinciali di domenica. Ai microfoni del Tg1 si augura che il suo alleato, Matteo Salvini, stacchi presto la spina al governo gialloverde: “Spero che Salvini, che è una persona responsabile, si accorga che così non si può andare avanti…”. Secondo il Cavaliere questa maggioranza non durerà a lungo: ”Traballa di qua, traballa di là, spero che il governo presto cada”.

Quando sta accadendo a palazzo Chigi “sembra una comica”, “qualcosa che mette in cattivissima luce l’Italia; e questo è qualcosa che fa male a tutti noi”. Agli italiani, parlando ai microfoni di Night Tabloid, il leader di Forza Italia consiglia “di aprire gli occhi e di ravvedersi rispetto alla fiducia che hanno dato a chi non la meritava. Restando tutti insieme, il centrodestra rappresenta la naturale maggioranza degli italiani”. Insieme “vinceremo tutte le elezioni, come vinceremo qui in Trentino Alto Adige. Non credo che questo matrimonio contro natura dei Cinquestelle e della Lega al governo possa proseguire per molto tempo”.

E sulla ormai famosa ‘manina’ il Cav commenta: “Non credo ci sia stata nessuna manina, credo che nel corso del Consiglio dei ministri abbiano letto questi contenuti, anche quelli che riguardavano il condono, e che qualcuno di loro sia stato distratto, oppure non abbia capito il contenuto vero delle parole che si dicevano”.

“Vediamo adesso cosa succede con l’Europa. Io sento un’atmosfera molto pesante nella quale cominciano ad essere a rischio le nostre liberta’ oltre che il nostro benessere. Loro dicono di ispirarsi allo Stato etico, che e’ lo Stato che sceglie per i suoi cittadini al posto dei cittadini, cosa e’ bene e male per loro. E’ la negazione della liberta’, e’ l’anticamera della dittatura, quindi io comincio ad essere molto molto preoccupato”.