Berlusconi: Ma quali dimissioni, governo va avanti!

Italian Prime Minister Silvio Berlusconi listens to a question during a press conference on November 4, 2011 on the last day of the G20 Summit of Heads of State and Government in Cannes. World economic powers will attempt to kickstart the global economy on November 4 by boosting funds to fight the debt crisis and encouraging consumers to spend their way out of a threatened recession. AFP PHOTO / PASCAL GUYOT
Silvio Berlusconi rassicura il suo popolo: non ho nessuna intenzione di dimettermi, chiarisce il presidente del Consiglio durante un collegamento telefonico con i militanti PdL di Lecco, riuniti in un incontro organizzato dal ministro del Turismo, Michela Brambilla. "State tranquilli, non ho proprio nessuna intenzione di fare passi indietro. La maggioranza c`è, si va avanti", sottolinea il premier. "Continuiamo ad avere la maggioranza in Parlamento e assolveremo i nostri impegni. Sto lavorando con grande impegno per il Paese e continuero’ a farlo".

A proposito dell’operazione tesseramento del Popolo della Libertà, "gli italiani hanno partecipato con grande entusiasmo alla nostra campagna di tesseramento e abbiamo raccolto circa un milione e duecentomila adesioni al nostro progetto politico. Un risultato straordinario e una rinnovata fiducia".

Il Cavaliere ha voluto spiegare ancora una volta che è stata l’Italia "a chiedere l’intervento del Fondo Monetario Internazionale" e che "non si e’ trattato affatto di un commissariamento", come alcuni giornali hanno scritto. "Ora – ha concluso il presidente Berlusconi – andremo avanti a lavorare insieme, per gli italiani e per l’Italia".

In tarda serata in una nota Berlusconi precisa che ogni ricostruzione giornalistica che parla di dimissioni del premier non è da tenere in considerazione: sono tutte chiacchiere senza fondamento, fa sapere.

Intanto in giornata il Cav ha parlato al telefono con alcuni dei malpancisti del PdL: ha spiegato loro di essere stato bloccato dalla Lega e da Tremonti fino ad oggi, gli è stato impedito di fare le riforme. Ma, assicura, troveremo una soluzione.

Silvio Berlusconi, che è tornato ieri sera dal G20 di Cannes,  oggi è rimasto a Roma, e a Palazzo Grazioli ha fatto il punto con i suoi sui numeri della maggioranza. Con lui Alfano, Letta e Bonaiuti. Domani il premier dovrebbe lasciare la Capitale. Domenica previsto il suo intervento telefonico alla convention di Azione popolare di Silvano Moffa, che si terra’ all’hotel Parco Tirreno di Roma.

NESSUN COMMENTO

Comments