Berlusconi, la Sacra Famiglia: ‘espresso nostre valutazioni nelle sedi opportune’

"Abbiamo espresso le nostre valutazioni nelle sedi opportune secondo quanto previsto dalla legge. Dal Tribunale ci era stato chiesto il massimo riserbo e noi lo abbiamo sempre rispettato". E’ quanto sottolinea il direttore della Fondazione Sacra Famiglia, Paolo Pigni, nell’ultimo giorno di Silvio Berlusconi ai servizi sociali.

"Oggi e’ stato l’ultimo giorno alla Sacra Famiglia di Silvio Berlusconi in regime di affidamento in prova ai servizi sociali, secondo quanto stabilito dal Tribunale di Milano", si legge in una nota diffusa dalla Fondazione nel pomeriggio. "Con le quattro ore di questa mattina sono terminati gli ingressi, iniziati il 9 maggio 2014, al Nucleo Alzheimer della Residenza sanitario-assistenziale per anziani San Pietro".

"Vogliamo sottolineare – ha detto il direttore Paolo Pigni – la massima serieta’ con cui la nostra struttura ha collaborato con le istituzioni mettendosi a disposizione dell’autorita’ giudiziaria per garantire che il servizio prestato dal dottor Silvio Berlusconi si svolgesse in modo corretto. A tal proposito, abbiamo espresso le nostre valutazioni nelle sedi opportune secondo quanto previsto dalla legge. Dal Tribunale ci era stato chiesto il massimo riserbo e noi lo abbiamo sempre rispettato".

"La Sacra Famiglia non e’ mai venuta meno a questo impegno – ha aggiunto Pigni – e tutto quanto e’ avvenuto in questi dieci mesi e’ stato portato a conoscenza, secondo le varie modalita’ previste, degli uffici dell’amministrazione giudiziaria competenti e, in particolare, dell’Uepe di Milano, con il quale vi e’ stata ampia collaborazione".

NESSUN COMMENTO

Comments