Berlusconi intercettato, Adesso basta! – di Roberto Pepe

“Signori senatori, signori deputati, l’orizzonte, in mezzo a cui sorge il nuovo anno, non è pienamente sereno. Ciò non di meno vi accingerete con la consueta alacrità ai vostri lavori parlamentari. Confortati dall’esperienza del passato andiamo risoluti incontro all’eventualità dell’avvenire.  Quest’avvenire sarà felice, riposando la nostra politica sulla giustizia, sull’amore della libertà e della Patria. Il nostro paese, piccolo per territorio, acquistò credito nei consigli dell’Europa, perché grande per le idee che rappresenta, per le simpatie che esso ispira. Questa condizione non è scevra di pericoli, giacché, nel mentre rispettiamo i trattati, non siamo insensibili al grido di dolore che da tante parti d’Italia si leva verso di noi. Forti per la concordia, fidanti nel nostro buon diritto, aspettiamo prudenti e decisi i decreti della Divina Provvidenza”. Vittorio Emanuele II,  10 gennaio 1859.

Similmente a quel famoso grido di dolore, ancor oggi,  in questo settembre 2011, da tante parti d’Italia si leva  una pressante invocazione, affinché non ci abbiate più a dover, cari signori senatori, deputati, giornalisti, magistrati italici, rompere più le scatole con talune intercettazione o tal’altre puttanate riguardanti donnicciole che si prestano (o che non si prestano) a carnali incontri, o a politici che, in tresca con tal altri uomini di malaffare, si procurano lecito (o illecito) accaparramento di Banche amiche. Basta! Il cittadino esige compostezza, magari superficiale, falsa  e leggera, ma “prego”: basta con prime pagine di intrighi, ammazzamenti, politici corrotti, giornalisti santificati, magistrati pin up, stupri, bottiglie molotov, assalti, blocchi stradali, bambine killer, processi interminabili, intercettazioni dai costi milionari (non utilizzate), marescialli e giocatori amici dei boss,… Basta! Quando si supera il limite di sopportazione,  il cittadino si esaspera e commenta molto filosoficamente (a Roma): “Ma nun me ne po’ fregà de meno… de tutto! Annate tutti quanti affà…".

E di questo non goda la sinistra, perché è quella che ha innescato questo putiferio… e sta ottenendo esattamente l’opposto di quanto si era prefissato: Berlusconi tra poco sarà reso un Santo martirizzato! Chiara l’antifona?

NESSUN COMMENTO

Comments