Berlusconi al Tg1: “Salvini dice che faccio l’occhiolino a Renzi? Non è vero, lavoro per centrodestra unito”

Sulla leadership del centrodestra sottolinea: "Non sara' questo cio' che ci puo' dividere. Chi avra' piu' voti esprimera' il leader".

Silvio Berlusconi, intervistato dal Tg1, quando gli viene chiesto di commentare le dichiarazioni di Matteo Salvini secondo il quale il leader di Fi starebbe strizzando l’occhio a Matteo Renzi, risponde così: “Sono opinioni di Salvini e non corrispondono al vero. Il centrodestra unito è il primo polo”, ha aggiunto a proposito del risultato delle amministrative, “quindi ora guardiamo al futuro con fiducia”.

I due leader non riescono a trovare un accordo sulla legge elettorale. Il Cav vuole il proporzionale, il leader delle camicie verdi preferisce da sempre il maggioritario. “Quando si parla di maggioritario – sottolinea Berlusconi – non si puo’ dire no alla lista unica. Se si vuole il maggioritario bisogna fare la lista unica, a meno che non ci sia un premio alla coalizione, ma il Pd dice che e’ escluso che ci possa essere”.

Sulla leadership del centrodestra sottolinea: “Non sara’ questo cio’ che ci puo’ dividere. Chi avra’ piu’ voti esprimera’ il leader”.

Fatto sta che Berlusconi e Salvini appaiono cane e gatto anche quando si tratta di mettersi d’accordo sul meccanismo elettorale con cui portare gli italiani al voto. Si combattono a colpi di interviste e dichiarazioni, ma il Berlusca e il Matteo padano continuano ad essere su posizioni diverse, nonostante le intenzioni di stare insieme, e non soltanto sulle legge elettorale (pensiamo a temi come euro ed Europa). Un centrodestra unito? Forse, ma solo dopo essersi presentati da soli davanti agli elettori. Quello che dice di voler fare l’uomo di Arcore.

Comments