Berlusconi a Matrix: ‘Grillo urlatore, Renzi scalatore politico, Alfano ingrato’

Silvio Berlusconi interviene a Matrix, su Canale 5, per parlare di politica, attualità, Europa. Angosciato in vista delle Europee? No, “per niente”, risponde il leader azzurro: “il 20% di Forza Italia è miracoloso". Il Cavaliere si rivolge poi al pubblico chiedendo: "Vi sembro angosciato?" le persone rispondono di no e loro: "No, no". E allora l’ex premier aggiunge: "Vox populi, vox dei".

Per l’uomo di Arcore l’Italia vive ancora una pesante crisi, tanto che il nostro paese, “come la Francia o il Portogallo”, può “rischiare il default come l’Argentina, perche’ l’euro non e’ assistito dalla banca centrale. Io voglio sperare che si possa cambiare la politica europea".

Un confronto con Beppe Grillo, su questo o altri temi? "No, non credo. Anche se io saprei gridare più forte di lui, ho il fisico che me lo consente. Ma con lui non si può impostare un discorso costruttivo su nulla, lui è uno sfasciacarrozze".

E Renzi? Il premier, secondo Berlusconi, “è innamorato della politica, e’ pieno di ambizione, e’ un grande scalatore politico. A un certo punto voleva percorrere una strada molto breve per arrivare al vertice e lo ha fatto senza voto, se lo avessi fatto io sarebbe stata la rivoluzione. Lui non era della sinistra ma" ha capito che "la macchina" a disposizione era "il Pd, da quest’altra parte c’era una macchina con Silvio Berlusconi, un leader difficile da scalzare".

Alfano?  "Alfano non ha il quid della gratitudine…". "Ho usato la parola ingrati e ingratitudine…". Silvio lancia una nuova stoccata al leader di Ncd: "Alfano e’ il piu’ giovane, anche se dentro ha persone di 82 anni. Un record. C’e’ anche un mio carissimo amico, Ciccio Colucci, che, ogni quindici giorni, mi viene a trovare, mi bacia e poi se ne torna dall’altra parte… io so perche’ lo fa ma non lo posso dire…".

Primarie del centrodestra? "Con Berlusconi sarebbe inutile, senza di me mi sembra logico mettere in lizza competitori che hanno piu’ consenso".

Come vede una sfida tra Alfano e sua figlia Marina? "Io credo che non ci sara’ mai la contrapposizione tra Alfano e Marina, che e’ libera di scegliere ma qualche consiglio da suo padre lo ascolta… io farei di tutto per impedirle" di scendere in politica "perche’ questo le sconvolgerebbe la vita", ha aggiunto l’ex premier. Detto questo, “Marina ha davvero tutte le qualita’ per poter essere una protagonista della politica”. Berlusconi sottolinea che in ogni caso "l’investitura non la da’ il papa’ ma la danno gli elettori". "La storia mostra delle successioni dinastiche che hanno funzionato. Tutti i successori sono stati dei bravi leader, non dipende dalla dinastia ma dalla passione che uno ci mette".

Fra le altre cose Berlusconi ha ribadito che solo lui – a suo dire – “in caso di vittoria di Fi”, potrà essere in grado di “aumentare a 800 euro se non a mille euro" le pensioni minime. "Solo io ho la credibilità e sono in grado di poterlo garantire".

NESSUN COMMENTO

Comments