Berlusconi: ‘Forza Italia vuole le riforme da sempre’. ‘Grillo? Una malattia’ (VIDEO)

Doveva essere una conferenza stampa per presentare i candidati di Forza Italia alle Europee, ma poi a Milano è arrivato in modo imprevisto Silvio Berlusconi ed è saltato tutto. Il leader azzurro ha parlato per oltre un’ora e mezza, in fiume in piena, toccando diversi argomenti: giustizia, riforme, legge elettorale. Ed Europa, ovviamente.

"I sondaggi ci danno al 20%. E io ho gia detto che trovarci con il 20% e’ un salto in paradiso con quello che e’ stato fatto da altri partiti e massimamente dalla nuova star del firmamento politico della sinistra: il simpatico e coraggioso bravissimo comunicatore Renzi". E guardando al centrodestra, riferendosi al partito di Angelino Alfano, Ncd, ha detto: “Ci sono altre formazioni, provenienti da noi, che avevano preso l’impegno di dimettersi, ove avessero cambiato gruppo: hanno disdetto la loro parola, ma anche il loro onore. Credo che la gente sappia giudicare e questo si concretizzerà nei risultati elettorali, che non saranno premianti".

A proposito di riforme: "I soliti sciocchi mi hanno accusato, dopo la partecipazione a ‘Porta a Porta’, di non volere fare le riforme e di avere fatto dei passi indietro. Se c’e’ qualcuno e qualche parte politica cha da 20 anni chiede e vuole fare le riforme, questa e’ Forza Italia e Silvio Berlusconi"."Quelle che arrivano – ha aggiunto – non sono le riforme del signor Renzi, ma sono le nostre. L’Italia ne ha bisogno perche’ cosi’ non e’ un Paese governabile".

“Noi le riforme le abbiamo sempre volute. Questa settimana pubblicheremo l’elenco delle 40 riforme importanti che abbiamo fatto: nessuno dei governi precedenti, insieme, ha fatto altrettante cose buone come noi in nove anni di governo".

Berlusconi ha spiegato che delle tre riforme presentate dal Governo quella della legge elettorale si fa con un legge ordinaria, quella del titolo quinto della Costituzione più che una riforma e’ "un modo per rimediare a un errore grave della sinistra". E ha aggiunto che nel 2005 il suo Governo già aveva approvato la riforma del Senato trasformandolo in un senato delle autonomie.

Sulla riforma elettorale "abbiamo accettato anche il ballottaggio tra le due forze arrivate prime ed e’ una cosa brutta". Se infatti si va a "un ballottaggio tra la sinistra e noi, tutti i voti dei 5 stelle andranno a sinistra. Abbiamo fatto una cosa suicida per noi", ma lo abbiamo fatto "pur di evitare voto anticipato e per fare le riforme. Lo abbiamo fato per cambiare una situazione di non democrazia".

E poi “serve un Capo di Stato eletto dal popolo e non da segretari di partito".

ITALIA IN DEPRESSIONE Guardando all’economia del Paese, Berlusconi spiega: l’Italia è passata dalla recessione alla ”depressione”. E avverte: ”le prossime elezioni non saranno oltre un anno e mezzo e sarà l’economia a imporre la nuova formazione di Governo”. ”L’Italia oggi sta male, gran parte degli italiani stanno male e credo che andando avanti staremo peggio”.

FRA UN ANNO E MEZZO SI VOTA, VINCEREMO "L’altra sera in televisione ho detto che guardiamo alle prossime elezioni politiche nazionali per vincerle. E’ possibile solo con titanica organizzazione, a cui lavoro da mesi. Fatti 100 il numero di italiani con diritto di voto, metà dichiara di non votare perché delusi, amareggiati, disgustati. Un terzo vota per il Pd e Sel, un terzo per noi, un terzo per Grillo e altri. Da qui la considerazione che l’Italia oggi ha questo governo, a cui siamo sottomessi senza elezioni, che ha il 15% dei consensi. Il 50% degli italiani è costituito da moderati. Come possiamo convincerli? Non con le televisioni, gli italiani sono disgustati. Coi giornali? No, perché il 90% stanno dall’altra parte. C’è un solo modo, convincerli con dei buoni argomenti uno per uno". "Per quello", ha affermato il presidente di Forza Italia, “abbiamo lanciato un appello alle persone a impegnarsi e abbiamo fondato i club".

GRILLO? UNA MALATTIA "L’avvento di una forza dell’antipolitica che si chiama Grillo, che si chiama M5s" e’ "una malattia". Questa forza "si rivolge agli italiani che, non solo sono disgustati, ma sono arrabbiati, e quindi riceve un 20% o un 25% di voto dagli italiani che non ne possono piu’ di questa politica e di questi politici".

SIPARIETTO CON ZANICCHI Al termine del suo intervento alla presentazione della circoscrizione Nord Ovest, a Milano, l’ex premier si e’ fatto fotografare con alcune candidate. Poco prima siparietto con Iva Zanicchi, europarlamentare uscente, in corsa per la rielezione. "La Zanicchi ha il fidanzato che l’aspetta", ha detto Berlusconi dal palco, mentre si apprestava a concludere il suo lunghissimo intervento. L’ex presentatrice si e’ quindi alzata a spiegare al microfono che doveva scappare al battesimo della nipote, attirandosi i complimenti del ‘capo’. La Zanicchi, ha detto Berlusconi, e’ "miss simpatia del Parlamento europeo".

I SERVIZI SOCIALI NON INIZIANO LUNEDI’ Berlusconi non iniziera’ lunedi’ prossimo a scontare la propria condanna ai servizi sociali alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone, nell’hinterland milanese. Lo ha detto lo stesso leader azzurro, lasciando l’hotel milanese in cui ha tenuto un discorso in vista delle elezioni europee. Inizierà lunedì? "No, non inizio lunedi’", ha risposto ai cronisti. E quando iniziera’ allora? "Non lo so, aspetto una telefonata", ha detto Berlusconi prima di allontanarsi in auto. 

NESSUN COMMENTO

Comments