BBW, l’ultima italica frontiera del sesso a pagamento

“Bbw vuol dire donna abbondante, cicciottona, un po' grossa. Io ad esempio sono alta 160 cm e peso 100 chili. Le mie prestazioni partono da 70 euro e arrivano a 100 euro”

L’ultima italica frontiera del sesso a pagamento. Le BBW, big beautiful woman, donne con tanti chili di troppo, spesso obese, che si prostituiscono e hanno sempre più clienti. Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori di ECG su Radio Cusano Campus, ne hanno chiamata una, che ha raccontato diversi dettagli interessanti.

“Noi bbw andiamo molto di moda”, ha detto la prostituta che esercita a Roma, prima di aggiungere: “Bbw vuol dire donna abbondante, cicciottona, un po’ grossa. Io ad esempio sono alta 160 cm e peso 100 chili. Le mie prestazioni partono da 70 euro e arrivano a 100 euro. Lavoro molto, gli uomini in me cercano la mamma, le coccole, ma anche che li maltratti. Sono tanti gli uomini che cercano donne molto in carne. Molti vogliono la mamma, giochi di ruolo che li facciano sentire coccolati e protetti. Altri vogliono essere maltrattati, vogliono la punizione, per sentirsi al centro dell’attenzione. Amano farsi sculacciare, cercano autorità, in noi donne molto in carne trovano figure che possano riportarli a quando erano bambini”.

Per commentare il fenomeno legato alle bbw Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio hanno chiamato anche una sessuologa, Rosa Maria Spina, che intervenendo in ECG, su Radio Cusano Campus, ha commentato: “Molti uomini hanno da sempre l’attrazione verso donne in sovrappeso. Alcuni invece hanno proprio la adipofilia, provano attrazione sessuale o erotica solo con persone obese o in grande sovrappeso. Gli uomini che pagano le bbw cercano la mamma, è una cosa molto comune. Tendenzialmente le donne che sono più in carne vengono considerate più accoglienti e più materne rispetto alle donne magre. Gli uomini stressati, ad esempio, cercano molto di più la donna grassa rispetto alla donna magra, perché la donna con dei chili di troppo è in grado di abbassare i loro livelli di stress. E parliamo di uomini che il più delle volte hanno un ottimo status socioeconomico”.