Bagagli smarriti – di Marco Chierici

In questo periodo di vacanze, alcune persone capiranno cosa significhi lo smarrimento o il furto di una valigia dopo un volo aereo. E’ accaduto proprio ieri a mia figlia. La vacanza desiderata da mesi, che doveva essere il premio per la sua maturità classica e invece… puff, ti trovi al’estero senza nulla, perchè un ladro o un incompetente ha fatto sparire i tuoi bagagli. Credo che una convenzione internazionale preveda risarcimenti ridicoli per questi odiosi episodi; non vale neanche la pena iniziare cause legali. Io, invece, considero un danno morale come questo ben superiore al contenuto della valigia, per quanto anche quello possa essere di notevole valore economico.

Considero nel 2012 una cosa vergognosa lo smarrimento dei bagagli. Vi sono metodi e tecnologie straordinarie e milioni di persone devono invece subire situazioni così irritanti e fastidiose. Un viaggiatore potrebbe custodire nei suoi bagagli oggetti di estrema utilità: medicinali, vestiario indispensabile, documenti, appunti, e qualsiasi cosa personale di valore inestimabile; inestimabile nel senso di impossibile stima da parte di una compagnia aerea. Tutto qui.

La mia denuncia pubblica è intesa alla sensibilizzazione degli organi competenti, dei tribunali, degli aeroporti, delle compagnie aeree, delle aziende del settore. So solo che io prenderei a ceffoni in questo medesimo istante chi, per superficialità o malafede, ha rovinato completamente la vacanza ad una persona (che in questo caso è mia figlia, ma che è una sola di chissà quante altre nel mondo).

NESSUN COMMENTO

Comments