Attentato a Kabul, almeno 7 morti e 18 feriti

I terroristi si sono fatti esplodere nella cucina della moschea, attacco rivendicato dall’Isis. Usa pronti a inviare 4mila militari in Afghanistan

Attacco suicida contro una moschea ieri sera a Kabul. L’attacco, messo a segno da due attentatori suicidi, è stato rivendicato dal sedicente Stato Islamico. Il bilancio dell’attacco al momento è di almeno sette morti e 18 feriti.

I terroristi si sono fatti esplodere nella cucina della moschea dopo che la polizia aveva negato loro l’accesso all’edificio principale dove i fedeli si erano riuniti.

I quartieri della minoranza sciita sono stati spesso preso di mira in passato dal gruppo terroristico del Daesh. Un camion bomba devastante ha colpito il 31 maggio la zona diplomatica di Kabul, uccidendo oltre 150 persone.

Nel frattempo il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e’ pronto a inviare altri 4 mila militari in Afghanistan, dopo aver ricevuto dal presidente Donald Trump la piena discrezionalita’ nella determinazione delle forze schierate contro i talebani in quel paese. Gran parte delle forze addizionali si occupera’ di addestrare gli effettivi dell’Esercito afgano e di fornire consulenza militare alle Forze armate di Kabul; una piccola parte del contingente addizionale, pero’, verra’ assegnata alla conduzione di operazioni antiterrorismo contro i talebani e le milizie dello Stato islamico nel paese.