Seguici:
Il mondo degli italiani non è più lo stesso da quando c'è Italia chiama Italia
Il tuo quotidiano online preferito  - 

24-03-2012 | 10:30:12
E' la seconda crisi della benzina in poco piu' di un mese

Egitto, risse per fare pieno di benzina: 2 morti

Il ministro degli approvvigionamenti Gouda Abdel Khalek ha affermato che la crisi deriva dalla mancanza di sicurezza dopo la rivoluzione di gennaio



Condividi |
Annunci Google


Due persone sono morte e una decina ferite in tutto l'Egitto in risse esplose alle stazioni di benzina dove da alcuni giorni si formano lunghe code per fare il pieno di carburante, soprattutto gasolio, provocando giganteschi ingorghi. E' la seconda crisi della benzina in poco piu' di un mese ed ha provocato l'aumento fino a tre volte del prezzo del gasolio. La crisi e' stata aggravata dallo sciopero dei mezzi pubblici che ha costretto molti ad usare mezzi privati e che, secondo alcune fonti, ha portato ad una riduzione del 30% della consegna di merci con conseguente aumento dei prezzi.

Il ministro degli approvvigionamenti Gouda Abdel Khalek ha affermato che la crisi deriva dalla mancanza di sicurezza dopo la rivoluzione di gennaio, affermando che il suo mistero adottera' le misure necessarie per assicurare la distribuzione e bloccare il mercato nero. Il ministro ha accusato apertamente Magdi Rasekh, suocero di Alaaa Mubarak, uno dei due figli dell'ex rais Hosni Mubarak, che fa parte del consiglio di amministrazione della principale impresa egiziana di distribuzione del carburante, di essere dietro questa crisi.

Una fonte militare ha riferito all'agenzia Mena, che il Consiglio delle forze armate e' in contatto con i paesi 'fratelli' per risolvere la crisi del carburante.



Italia Chiama Italia



DALLE ALTRE SEZIONI




Le ultimissime di questa sezione





Le notizie principali di oggi
Dov’è l’opposizione di Forza Italia a governo e Pd? Renzi e Berlusconi, o Renzusconi? – di Marco Zacchera

‘Manifestazione Cgil? Il lavoro non si crea andando in piazza’ Leopolda, Renzi: ‘Italiani hanno voglia di partecipare’

Squinzi, sciopero non soluzione a lavoro; al corteo minoranza Pd Cgil, un milione in piazza: pronti a sciopero generale

IL COMMENTO 25 ottobre, la giornata del Pd spaccato in tre parti – di Leonardo Cecca

Il mondo intero ama la pasta italiana Made in Italy, pasta italiana sempre più amata all’estero: consumi da record

Home | Chi siamo | Contatti | Le Firme | Pubblicitá



© 2006/2012 Italia chiama Italia. Tutti i diritti sono riservati. Quotidiano online indipendente registrato al Tribunale di Civitavecchia, Sezione Stampa e Informazione. Reg. No. 12/07,
Iscrizione al R.O.C No. 200 26