Arrestato ex manager hedge fund, 276 milioni da insider trading

Nuovo maxi scandalo di insider trading negli Stati Uniti. Le autorita’ americane arrestano Mathew Martoma, colpevole – a loro avviso – di aver dato vita al maggiore episodio di insider trading della storia americana, con il quale sono stati realizzati per 276 milioni di dollari grazie a informazioni riservate su un farmaco per l’Alzheimer. L’arresto di Martoma arriva nel giorno della condanna a sette anni di carcere dell’ex trader di Ubs, Kweku Adoboli, riconosciuto colpevole per una delle maggiori frodi della storia inglese, costata ad Ubs 2,3 miliardi di dollari. Una condanna ‘esemplare’ per un caso considerato ad oggi il piu’ clamoroso nella City.

Per questo particolarmente duro e’ il giudizio verso Adoboli passato ormai alla storia come il ‘trader canaglia’ nell’era della grande crisi finanziaria.

Quasi simbolica la data del suo arresto, settembre 2011, praticamente in coincidenza con il terzo anniversario del crack di Lehman Brothers che ha aperto gli occhi sulla finanza spericolata, che sia ‘legale’ o diventi frode come per Adoboli, considerato uno dei piu ‘sofisticati’ imbroglioni dell’alta finanza.

Nell’azione legale contro Martoma, ex manager di hedge fund, si fa riferimento – riporta il Wall Street Journal – anche a uno dei manager di hedge fund piu’ famosi al mondo: Steven Cohen, fondatore di Sac Capital Adviser. Nella documentazione depositata in tribunale non si fa riferimento diretto a Cohen. Ma – aggiunge il Wall Street Journal – il ‘portfolio manager A’ che viene citato sarebbe proprio il fondatore di Sac, nel mirino delle autorita’ da anni: diverse indagini per insider trading sono state avviate intorno alla sua figura ma senza successo. ‘Portfolio Manager A’ avrebbe autorizzato – secondo i documenti della Sec – molte delle operazioni sulla base delle informazioni riservate in possesso di Martoma. Martoma e’ accusato di aver ricevuto per 18 mesi informazioni confidenziali da un neurologo sul farmaco contro l’Alzheimer messo a punto da Elan e Wyeth: informazioni con le quali ha prima acquistato i titoli delle case farmaceutiche e poi li ha venduti sulle base delle indicazioni negative che gli venivano fornite. ‘Mathew Martoma era un eccezionale portfolio manager che ha avuto successo attraverso il duro lavoro. Quello che sta prendendo il via oggi – afferma l’avvocato di Martoma – e’ solo l’inizio di un processo che ci auguriamo portera’ a scagionare Martoma’. Martoma ha lasciato Intrinsic, fondo di Sac, nel 2010 ed e’ la quarta persona associataa Sac Capital che si trova a far fronte con accuse penali nell’ambito delle indagini sull’insider trading negli Stati Uniti.

NESSUN COMMENTO

Comments